Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Immagine scattata prima della pandemia
Attualità, Cultura e Spettacolo

Come mezzo secolo fa, 650 comaschi per il Cinema Astra: mancano ‘solo’ 20mila euro per salvarlo

650 è un numero speciale per il Cinema Astra di Como.
Nel 1968 650 comaschi decisero di dar vita ad una cooperativa – su impulso di don Giuseppe Fossati – per costruire un nuovo cinema in viale Giulio Cesare. Oltre 50 anni dopo, altri 650 comaschi hanno già scelto di dare il proprio contributo per riaprire la sala – di proprietà della parrocchia di San Bartolomeo – partecipando all’iniziativa “SalviAmo il Cinema Astra” e permettendo di raccogliere – tramite la piattaforma della Fondazione Provinciale della Comunità Comasca – i primi 55 mila euro.

Per la precisione 327 hanno donato al cinema, permettendo di raccogliere, 14.600 euro, i restanti sono stati invece raccolti tramite donazioni on-line e bonifici.

“Se guardo a quello che sta succedendo – spiega don Gianluigi Bollini, parroco di San Bartolomeo – mi colpiscono soprattutto due cose: la prima è la partecipazione e il protagonismo di diverse realtà giovanili che si stanno spendendo in prima linea per la campagna e per immaginare la futura gestione del Cinema. Il secondo elemento è il coinvolgimento popolare con una partecipazione della gente davvero inaspettata, almeno nelle proporzioni. Se penso al momento difficile che stiamo vivendo e come la comunità abbia risposto alle tante sollecitazioni di questi mesi: dall’apertura del dormitorio di San Rocco alla prosecuzione dell’opera di don Roberto Malgesini e ora all’appello per l’Astra, resto davvero meravigliato”.

Il progetto di gestione, presentato lo scorso 4 dicembre, poggia su quattro pilastri: il primo è la parrocchia, proprietaria dell’immobile, che è pronta a concedere la gestione per i prossimi 4 anni a costo zero e a dare un contributo di idee. Il secondo è PGA, una tra le più importanti case di distribuzione cinematografiche italiane che realizzerà i lavori di messa a norma e che garantirà la programmazione cinematografica dei week end con titoli di prima scelta. Il terzo è Astra2000, una costituenda cooperativa sociale fondata da giovani che si occuperà della gestione del cinema, della programmazione del Cineforum, delle rassegne speciali e delle attività culturali per scuole e associazioni. L’ultimo pilastro è rappresentato dai comaschi che hanno dimostrato ancora una volta di credere nel loro cinema!

Perché il Cinema Astra possa riaprire serve però un ultimo sforzo: 20 mila euro da raccogliere negli ultimi 20 giorni di campagna. 

Ai comaschi, che tanto hanno già fatto, chiediamo un ultimo sforzo.


COME CONTRIBUIRE

Donando il sala: ricordiamo che il Cinema Astra sarà aperto questa settimana nei giorni di mercoledì, giovedì, venerdì, sabato e domenica dalle 15 alle 18.30 (*nel caso venisse dichiarata zona rossa nel fine settimana il Cinema resterà chiuso).

E’ possibile inoltre donare direttamente on-line attraverso il sito della Fondazione della Comunità Comasca dove si trova anche il dettaglio del progetto di rilancio all’indirizzo:

FONDAZIONE COMASCA

Oppure tramite bonifico intestato a Fondazione  Provinciale della Comunità Comasca onlus.
Banca di Credito Cooperativo di Lezzeno
Agenzia di Como.
Iban: IT73V0861851410000000008373
Causale: Fondo Astra – 3388

Presso la sala è possibile ancora aggiudicarsi le locandine storiche e le altre ricompense previste dalla campagna: biglietti omaggio, Cineforum sospeso e “il Cinema tutto per te”.

Per informazioni visitate la pagina della campagna o scrivete a info@astracinema.it

Gli organizzatori, infine, precisano che “la differenza di importo tra quanto dichiarato e il contatore disponibile sul sito di Fondazione Comasca è da attribuire ai tempi tecnici relativi all’accreditamento dei bonifici e alle donazioni raccolte in sala e successivamente accreditate sul fondo di Fondazione dall’organizzazione”. 

SALVIAMO IL CINEMA ASTRA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab