Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Covid – Berna gela il Ticino: “No ai ristoranti all’aperto. Vediamo dopo Pasqua”

Riaprire gli spazi aperti dei ristoranti per Pasqua.

Non ha avuto buon esito, anzi, la lettera inviata da GastroSuisse, appoggiata dal Consiglio di Stato ticinese, al Consiglio Federale di Berna. Il documento chiedeva un allentamento delle misure anti covid per questioni economiche ma anche per evitare assembramenti davanti ai locali con asporto.

Una deroga che peraltro avrebbe risolto quella che è ritenuta una disparità di trattamento con gli alberghi, i cui ristoranti non hanno chiuso e lavorano sia all’interno che all’esterno.

Un no senza discussioni, racconta Tio, è arrivato in queste ore dal consigliere federale Alain Berset: “l momento la situazione non consente ulteriori aperture. Non possiamo semplicemente cambiare le regole sulla base di una lettera. Questo vale sia per il Canton Grigioni che per il Ticino”.

Nessuna variazione fino a dopo Pasqua: “Il 15 aprile vogliamo incontrare i Cantoni per discutere se saranno possibili allentamenti dove la situazione è migliorata. Al momento non sembrano esserci i presupposti”.

Un commento

  1. Ennesimo schiaffo del Consiglio Federale al Consiglio di Stato Ticinese, è chiaro che Gobbi e compagni a Berna contano proprio come il due di picche a briscola, ora avranno un altra scusa per scaricare la loro frustrazione sui lavoratori frontalieri dandogli la colpa di tutto…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo