Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Covid, le ipotesi del Governo: stop movida alle 22. Stretta per parrucchieri, palestre, sport, cinema e teatri. Smartworking al 75%

Alcune misure sono già anticipate nell’ordinanza firmata ieri sera dal govenatore lombardo, Attilio Fontana.

Qui il documento completo:

Fontana firma: bar e ristoranti fino alle 24, stop consumo in piedi e asporto dalle 18, no sport dilettanti di contatto. I documenti completi

Sono in discussione in queste ore i nuovi provvedimenti in chiave anti covid. Alle 17 di oggi pomeriggio, sabato 17 ottobre, è convocata una nuova riunione del Comitato Tecnico Scientifico.

Se da un lato il ministro della Salute, Roberto Speranza, ribadisce che “siamo più forti rispetto a marzo”, dall’altro evidenzia come servano “nuove misure per evitare che l’Italia raggiunga il livello di altri Paesi”.

In sostanza si va verso un irrigidimento delle misure che punti a distinguere con chiarezza la distinzione tra attività essenziali e non essenziali.

STOP MOVIDA ALLE 22

Tra le ipotesi la chiusura di bar, locali e ristoranti alle 22. Stesso provvedimento per cinema e teatri. Non si esclude sempre dopo la stessa ora il divieto di spostamenti se non per esigenze comprovate come lavoro, urgenze e salute.

SPORT

Sul fronte sportivo, provvedimento già attivo in Lombardia, stop a calcetto e partite anche nell’ambito di squadre appartenenti a società e associazioni sportive. Rischio chiusura inoltre per le paleste.

SALE SLOT

RIschio chiusura, ma anche qui già effettivo in lombardia, per sale slot, gioco e bingo.

LAVORO

Il Governo punta a un incentivo netto dello smart-working portandolo al 70-75%.

SCUOLA

Per quanto riguarda la scuola potrebbe arrivare un modello Lombardia. Vale a dire una didattica a distanza alternata alla presenza con orari scaglionati (ingresso-uscita) per le singole classi.

Tra stasera e domani ogni decisione sarà presa.

Covid – Guidotti (Valduce): “O auto-lockdown o ci finiamo comunque. Molti i positivi asintomatici che si presentano per altre patologie”

TAG ARTICOLO:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti: