Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Dopo gli insulti al Sud, Scavo vs Bizzozero: “Avvocati disponibili. Il giudizio ai magistrati”

“Ci sono 3 o 4 avvocati italiani importanti, oltre a un’avvocatessa di Como, che si sono offerti di fare un esposto gratuitamente. Altri utenti si sono fatti avanti per partecipare anche economicamente”.


Così Nello Scavo, giornalista comasco di Avvenire, racconta gli sviluppi della sua proposta, fatta ieri su Facebook, di sottoscrivere una “querela di massa” contro l’ex sindaco di Cantù, Claudio Bizzozero che nel weekend ha scritto un durissimo post Facebook in cui accusava il Sud italia di aver portato: “al Nord solo droga, ‘ndrangheta, camorra e cosa nostra”.

Cantù, nuovo attacco feroce al Sud dall’ex sindaco Bizzozero: “Appendice d’Africa che porta droga e mafie”

“Preferisco non commentare certe affermazioni – continua Scavo, che descrive la reazione irritata di molti conoscenti meridionali nei confronti di Bizzozero – sono frasi che meritano la valutazione dei magistrati, non mia. Chi dice questo tipo di cose non merita dibattito”.

Che ne dite di sottoscrivere una querela di massa? Ci sono avvocati disponibili?

Pubblicato da Nello Scavo su Domenica 17 novembre 2019

E circa la sostanza del post dell’ex sindaco, il giornalista di Avvenire si limita a poche, chiare parole.

“Al mondo c’è chi esporta e chi importa – dice, riferendosi alle accuse mosse nei confronti del Sud – se alcuni fenomeni si sono propagati al Nord è stato per degli interessi condivisi. Lo dico in quanto uno dei primi giornalisti che hanno denunciato le infiltrazioni mafiose in Settentrione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti: