Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Esondazione, in piazza Cavour spuntano le paratie mobili. “Ma solo per frenare detriti”

Aggiornamento – 20.00

VIDEO – Esondazione, l’acqua è arrivata in piazza. Negretti: “Speriamo di riaprire una corsia lunedì mattina”

16.52

Mentre a Venezia il Mose ha funzionato e ha tenuto piazza San Marco all’asciutto o quasi (qui la cronaca), e mentre per le paratie antiesondazione a Como si dovrà aspettare ancora oltre due anni, oggi è apparsa anche una novità in piazza Cavour, in queste ore di massiccia esondazione del lago. Si tratta della barriera a protezione di strada e piazza dall’enorme massa di detriti che inevitabilmente le acque del Lario stanno portando a valle.

Paratie, l’assessore regionale Sertori: “Lungolago più alto 10-15 cm: milioni di metri cubi d’acqua in più”

Il sistema – almeno per arginare rami e tronchi – assomiglia davvero una paratia ed è sostanzialmente alla sua prima prova sul campo in città.

L’installazione-test è stata concordata in mattinata tra l’assessore alla Protezione Civile del Comune di Como, Elena Negretti, e la Protezione civile provinciale che le aveva a disposizione.

“Non possono fare molto contro l’acqua, che ovviamente filtra da più parti verso la città e non fuoriesce soltanto dal fronte che stiamo arginando – spiega Negretti – Però almeno sui detriti speriamo abbia una funzione contenitiva che possa alleviare almeno uno dei problemi legati all’esondazione”.

VIDEO Esondazione, il lago invade la strada. Negretti: “L’acqua può arrivare ai Portici Plinio”

“Verificheremo l’efficacia e la tenuta di questi dispositivi nell’attesa che sia completata la realizzazione del progetto delle paratie – ha commentato il sindaco Mario Landriscina – Tra le preoccupazioni principali ci sono sicuramente le ricadute dell’esondazione sulla viabilità, dato che il livello del lago salirà ancora e sarà necessario provvedere a ulteriori deviazioni del traffico. Stiamo sperimentando questa soluzione inedita a protezione del lungolago, resa possibile dai contributi della Provincia di Como e del Comune di Monza che ha messo a disposizione alcuni moduli”.

“Un ringraziamento particolare – ha concluso il sindaco – va quindi all’ente provinciale, al sindaco di Monza Dario Allevi e alla Protezione civile di Monza, al personale del nostro ufficio tecnico, ai volontari della Protezione civile comunale di Como, alla Protezione civile provinciale e alla Croce Rossa di Como che stanno provvedendo a posizionare le barriere. Inoltre esprimo gratitudine per il grande impegno del settore Reti e strade e per la Polizia Locale che, come sempre, sono in prima linea anche in questa emergenza”.

Attorno alle 18, il Comune ha informato che una parte della barriera già posizionata sarà sostituita con moduli che raggiungono un’altezza superiore, così da consentire una protezione di 70 cm sul tratto più esposto. I moduli spostati verranno riposizionati a protezione delle zone non ancora allagate, che al picco dell’esondazione non dovrebbero necessitare di barriere superiori ai 50 cm di altezza.

Nel video qui sotto, l’impatto dal lago delle paratie temporanee.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti: