Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Forrest Gump nostrano, litiga con la moglie a Como e cammina fino a Fano. Confessa: “Sono un po’ stanchino”

“Litiga con la moglie a Como e cammina fino a Fano”. No, non è Lercio. È il titolo di un articolo pubblicato oggi sul Resto del Carlino.

Protagonista, a quanto riferisce il quotidiano, un comasco 48enne fermato per un controllo dagli agenti della Polizia di Stato insospettiti dall’orario insolito, ben al di fuori del coprifuoco imposto dalle normative anti-Covid, e dall’aria affaticata.

L’uomo ha raccontato di aver litigato con la moglie di essere uscito per schiarirsi le idee. Nulla di strano, quindi. Non fosse per il fatto che casa sua si trova in provincia di Como e che i “due passi” fossero durati la bellezza di 450 chilometri percorsi nell’arco di una settimana, tempo durante il quale la moglie ne aveva anche denunciato la scomparsa.

“Sono venuto a piedi fin qui – ha dichiarato il novello Forrest Gump agli agenti – non ho usato nessun mezzo. In questi giorni ho mangiato e bevuto perché la gente che ho incontrato lungo il cammino mi ha offerto acqua e cibo. Sto bene, sono solo un po’ stanco”.

“E il cammino di Santiago muto”, è il commento della pagina di Commenti Memorabili che ha immediatamente ripreso la notizia.

Raggiunto a Fano dalla moglie, il comasco ora farà ritorno a casa con molto da raccontare e una multa da 400 euro per violazione del coprifuoco che vieta di uscire di casa dopo le 22.

TAG ARTICOLO:

2 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab