Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità, Cronaca

VIDEO-FOTO Devastata anche Cernobbio: cedono le dighe di Rovenna, pericolante il ponte di Campo Solaro, fiume d’acqua a Stimianico

Il maltempo che ieri ha provocato danni sulla riva di Blevio, stamattina ha causato disastri anche sulla sponda opposta.

Il centro di Cernobbio è totalmente invaso da un fiume di acqua e detriti provenienti dalla zona di Rovenna dove ha ceduto un sistema di dighe collegate alla produzione elettrica per alcune tessiture, ora abbandonate. In Riva, invece, è crollato il tratto di marciapiedi lungo il torrente Greggio a ridosso del bar Cavour, miracolosamente ancora in piedi.

Crollato anche il sistema di putrelle che, da un paio di anni, sorregge il piccolo ponte di Campo Solare tra Piazza e Rovenna dove ancora stamattina transitavano autobus e mezzi pesanti e che rischia ora di essere chiuso isolando le due frazioni.

Un violentissimo fiume d’acqua ha letteralmente invaso anche la piccola frazione cernobbiese di Stimianico sradicando alberi e travolgendo auto.

Acqua e fango hanno anche invaso l’abitato di Laglio sommergendo le abitazioni e due smottamenti a Brienno e Argegno hanno imposto la chiusura della Statale Regina.

Video da brividi a Cernobbio: la moto che si scappa dall’onda di fango, l’auto travolta

MALTEMPO : QUI GLI AGGIORNAMENTI

Chiuso il ponte sul Breggia che unisce Como e Cernobbio.

LE IMMAGINI:

 

TAG ARTICOLO:

3 Commenti

  1. Niente manutenzione ORDINARIA DA DECENNI…. È UN MIRACOLO SE NON CI SONO MORTI.
    VIENE IL DUBBIO CHE LA MANCATA MANUTENZIONE SIA VOLUTA PER POTER POI AVERE FONDI STRAORDINARI DA SPENDERE PER OPERE FARAONICHE E DANNOSE.
    LA ECONOMIA DEL DISSESTO PROGRAMMATO.
    SI POTEVANO UTILIZZARE I PERCETTORI DEL REDDITO DI CITTADINANZA PER FARE LA MANUTENZIONE ORDINARIA MA SAREBBE STATO INTELLIGENTE E QUINDI ASSOLUTAMENTE DA EVITARE E VIETARE.

  2. Bene dai, adesso si piangerà un paio di settimane poi si tornerà a costruire loculi per turistelli che ovviamente non sono mai abbastanza…così fino al prossimo temporale!

  3. Le nostre belle località sono come la Liguria: se non fai manutenzione con queste ondate di maltempo il disastro è dietro l’angolo..
    Grazie a Dio non è morto nessuno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo