Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

L’amore più forte del virus: Chiara e Giorgio, sposi felici a Casnate (in mascherina, bacio escluso)

Il vestito, i fiori, la festa, la luna di miele, la mamma che si commuove al momento del sì e il “bacio, bacio” degli amici al momento del taglio della torta: un matrimonio è anche tutte queste cose e non poterle avere (causa coronavirus) ha spinto molti a rinviare la data a nuovo ordine.

Molti ma non Chiara Selva e Giorgio Lorvetti da Casnate con Bernate, 29 anni lei e 40 lui, che venerdì 17, in barba a qualsiasi pandemia, superstizione o detto popolare (“di venere e di marte…”) hanno detto sì davanti al sindaco (mascherato, ovviamente) Fabio Bulgheroni.

“Forse siamo un po’ all’antica, ma per noi il matrimonio non è solo la festa – racconta Chiara – conviviamo da tempo, abbiamo tanti progetti e desideravamo sposarci. Era da settembre che ci pensavamo, avevamo fissato il Comune e una villa per fare una cerimonia un po’ all’americana e la festa il giorno successivo. Ma poi è arrivato il Coronavirus e i piani sono un po’ cambiati”.

Disdetti villa, festa e inviti, però, tra le mani di Chiara e Giorgio è rimasto qualcosa che nessun lockdown può rinviare: l’amore.

“Quando abbiamo iniziato a disdire le prenotazioni, ci siamo resi conto di quanto tenessimo a questo matrimonio – prosegue – così abbiamo chiamato in Comune per chiedere se potesse essere celebrato ugualmente”.

E venerdì scorso, tailleur bianco per lei, giacca e cravatta per lui e mascherina d’ordinanza, Chiara e Giorgio sono diventati marito e moglie davanti al sindaco e alla sola presenza di due testimoni, la sorella di lei e un amico.

Un matrimonio a metà? “Assolutamente no – è la risposta sicura di Chiara – È stata una giornata bellissima. Dopo la cerimonia siamo corsi a casa e ci siamo attaccati al computer per chiamare le nostre famiglie gli amici. Abbiamo festeggiato fino a sera e la luna di miele è qui a casa invece che alle Hawaii, ma rifaremmo tutto esattamente così”.

Bacio – senza veli – incluso.

Festa e viaggio rinviati e Giorgio già al lavoro da lunedì ma la felicità, quella non poteva proprio aspettare la fine della quarantena.

CORONAVIRUS: TUTTI GLI AGGIORNAMENTI DA COMO, LOMBARDIA E TICINO

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo