Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Moratti: “Lombardia, le varianti covid presenti nel 48% dei casi”. Domina quella inglese

 “Le analisi sui tamponi positivi realizzate dai laboratori lombardi hanno indicato una presenza del 64% della cosiddetta variante inglese”. Lo ha detto la vicepresidente e assessore al Welfare della Regione Lombardia, Letizia Moratti, illustrando in Consiglio Regionale gli ultimi sviluppi sull’emergenza Coronavirus.

“Lo scorso primo marzo – ha detto – si è conclusa l’ultima survey relativa alle varianti del virus presenti in regione. Complessivamente – ha aggiunto – sono stato analizzati 2.023 campioni, tra questi sono stati identificati 978 casi di variante pari al 48% così suddivisi: 578 inglesi, 18 sudafricane, 10 brasiliane e 372 compatibili con una delle 3 varianti”.

In riferimento alle ultime ordinanze del presidente Attilio Fontana, la vicepresidente ha concluso che “le stesse ieri sono state anticipate al ministro della Salute, Roberto Speranza, al prefetto di Milano, Renato Saccone, all’Associazione Nazionale Comuni Italiani (Anci) ed all’Unione delle Province Italiane (UPL)”.

TAG ARTICOLO:

Un commento

  1. Bravi. E ve ne siete accorti solo ieri sera? Meno male che la Lombardia dovrebbe essere l’eccellenza. Sui numeri dei contagiati sicuramente lo è, da un anno a questa parte. Poi Fontana e Moratti dovrebbero anche spiegare come mai fanno un ordinanza oggi per domani della durata di soli 8 giorni, con fine prevista a metà settimana lavorativa\scolastica. Fissare la scadenza domenica 14 era così complicato? Tanto il problema ce l’hanno i genitori e i figli, mica loro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab