Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Architetti e Aslico, Officina Como e Italiana Hotels: Politeama, i nomi dei possibili salvatori

Si alzano i i veli sui 24 soggetti che dovrebbero salvare l’ex cineteatro Politeama di Como, in collaborazione diretta con il Comune.

Si tratta dell’esito dell’avviso pubblico lanciato lo scorso novembre per raccogliere ed elaborare proposte di recupero e di gestione dell’edificio, dando il via a un tavolo di co-progettazione con Palazzo Cernezzi.

SOGGETTO
1 Architetto Matteo Nasini
2 Associzione ASLICO
3 Marco Berti
4 Associazione CARACOL
5 Circolo culturale Olmo
6 Comune di Bellagio
7 Conservatorio di Como
8 Andrea Delli Fiori (* escluso)
9 Associazione Eleutheria
10 Fondazione Alessandro Volta
11 Accademia Giuditta Pasta
12 Italiana hotels&Tresorel spa
13 Associazione Como Film
14 Associazione Lombardia Musica
15 Associazione Luminanda
16 Ingegner Maria Cairoli
17 Fondazione Bortolaso Totaro Sponga (Miniartextil)
18 Cooperativa Mondovisione
19 Associazione Nerolidio
20 Associazione Officina Como
21 OLO Creative
22 Ordine degli architetti di Como
23 Associazione Parolario
24 Associazione Sentiero dei sogni
25 Associazione Via de Benzi

 

Una procedura che nelle intenzioni dovrebbe avviare un partenariato pubblico-privato e segnare la via per sottrarre al degrado lo storico immobile.

Se qualcuno può e vuole salvare il Politeama, da oggi può farlo: c’è l’avviso pubblico. Tutte le info

Nell’elenco che potete vedere sopra c’è un po’ di tutto: da Parolario a Nerolidio, dal Conservatorio alla Fondazione Volta, dall’Aslico all’Officina Como guidata dall’imprenditore Paolo De Santis. Da tutte queste teste ci si attende che escano idee e proposte per far rinascere il Politeama, comunque ancora per l’82% nelle mani del Comune.

TAG ARTICOLO:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo