Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Piroscafo Patria: “Risposte o marcirà”. La Polveriera in Valbasca rinasce col Birrivico. Movida: “No condanne senza appello”. Esce ComoZero Settimanale

Amiche e amici è tornato il caldo. Quindi dopo un’ampia lettura potete comodamente utilizzare il nuovo numero di ComoZero settimanale come ventaglio.

Ci trovate, come sempre, negli oltre 100 totem tra Como e il lago.

Questa settimana apriamo l’eterna questione del piroscafo Patria, ormeggiato e cadente a Villa Olmo. Enrico Guggiari, promotore del recupero, ora è nettissimo: “O arriva una risposta in tempi brevi o dovremo gettare la spugna”.

Dopo le proteste della settimana scorsa sull’invasione dei tavolini in piazza Mazzini, passiamo la parola sulla questione della movida al presidente di Confcommercio Giovanni Ciceri.

Proseguiamo con il tema della settimana: la trasformazione dell’ex ospedale psichiatrico San Martino nel nuovo Setificio. Graziano Brenna promuove il progetto di Villa Saporiti: “Da Bongiasca proposta coraggiosa”.

In piena campagna elettorale le proposte sulla futura collocazione del Museo della Seta sono tante. Ma secondo il direttore Paolo Aquilini la collocazione perfetta sarebbe Villa Olmo.

E ora finalmente una buona notizia: a giugno probabilmente l’ex polveriera riaprirà grazie a Tonino, mitico patron del Birrivico.

Pagine di lago: residenti e attività chiedono la destagionalizzazione del turismo, dopo il boom di afflussi delle ultime settimane.

Pagine di Cultura: ecco il ritorno del Wow festival dal 30 giugno al 3 luglio.

Dal 29 maggio al 15 giugno invece sarà allestita una mostra fotografica di Terragni durante la campagna di Russia presso la biblioteca comunale di Como.

“Music for Green Events” compie 7 anni, più di 3 mila eventi organizzati dalla sua fondazione.

Chiude la vostra adorata enigmistica.

COMOZERO SETTIMANALE E DOVE TROVARLO: LA MAPPA DEI TOTEM

TAG ARTICOLO:

Un commento

  1. Ora portano la “movida” anche in Valbasca , incredibile….
    Le conseguenze sull’ambiente e vivibilità di una zona FINORA bellissima saranno presto visibili.
    Altro che docce per i runner , qui diventerà l’ennesimo bar dove tirar notte fonda a suon di birre e musica.
    Complimenti a chi ha speso 330.000€ per arrivare ad una soluzione di questo livello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo