RADIO COMOZERO

Ascolta la radio
con un click!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Attualità

Porta Torre, indagini al via dopo il sasso caduto. Gervasoni: “Ipotesi mega-recinzione per mura e torri”

Non basta una pecetta. La situazione delle torri e delle mura che cingono il centro storico di Como è seria. L’ultimo episodio giovedì corso,7 aprile, quando un sasso si è staccato da porta torre sfiorando alcune persone di passaggio. Il Comune è intervenuto recintando l’area: Como, cade un sasso da Porta Torre: area trasennata, controlli lunedì. E anche Torre San Vitale attende.

Oggi, come annunciato, è stata avviata la prima tranche di rilievi sulla torre, i tecnici proseguiranno poi mercoledì, domani infatti è giorno di mercato.

“E’ complicato intervenire – spiega l’assessore ai lavori pubblici, Pierangelo Gervasoni – perché anche ispezionando l’intera torre e intervenendo dove necessario non si può escludere che sei mesi dopo accada un episodio simile. Succede sempre con gli sbalzi termici, quindi con i cambi di temperatura da una stagione all’altra”. Possibile non vi sia un intervento risolutivo, più o meno definitivo? “Stiamo studiando ma non è scontato”. Di qui l’idea di recintare tutto: torri e mura del centro storico: “E’ una possibilità, la sicurezza è prioritaria, chiaramente dobbiamo parlarne con la Sovrintendenza ma creare un distanziamento di un metro e mezzo diventa necessario. Stiamo valutando anche l’idea di reti paramasso ma vanno installate a terra perché torri e mura sono tutelate e non si possono toccare. Comunque siamo pronti a studiare altre ipotesi”.

Difficilmente una soluzione immediata è in arrivo. La palla passerà alla prossima amministrazione dopo le elezioni di giugno.

Da ricordare anche Torre San Vitale, ancora recintata e che attende un intervento da oltre un milione di euro:

Torre San Vitale e mura: dopo il sasso caduto, intervento con “priorità massima” per un milione di euro

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 Commenti

  1. Gervasoni ma vai fare un’altro mestiere che è meglio… Ci manca solo di recintare tutte le vecchie mura… Fare una manutenzione ordinaria è una cosa troppo intelligente per dei geni del male come voi!

  2. Sono anni che il problema si ripropone, sulle tre torri e sulle mura vi cresce di tutto compresi rigogliosi alberi da frutto, stupendo è l’ormai famoso albero di fico della torre Gattoni, allora ci decidiamo a fare manutenzione almeno una volta l’anno senza spendere cifre da capogiro ogni volta che cade una pietra? In questa città si progettano nuove strutture senza minimamente pensare alla manutenzione di quelle esistenti, così non va bene!

  3. Ipotesi manutenzione ordinaria nemmeno sotto tortura. Certo che è realmente strana tutta questa improvvisa sfortuna di questa amministradistruzione dopo decenni di calma assoluta.
    Sorgono con una frequenza altissima problemi mai esistiti prima, problemi che richiedono sempre spese milionarie.
    Che sfortuna che abbiamo oppure…..

  4. Qual è l’assessore che si occupa di manutenzione? Chi sono i Dirigenti comunali addetti. Nomi e Cognomi. Dopo la torre San Vitale nessun dubbio sulle altre? Ah ma tanto non è casa mia. Speriamo che qualche fono Pnrr possa servire, beh il dirigente comunale è stato incaricato adesso, tra sei mesi, magari, avrà letto il testo. Allora sarà troppo tardi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo