Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Buone notizie da Berna: gli svizzeri potranno fare shopping in Italia dal 3 giugno senza quarantena

Una frase pronunciata oggi a Berna dal responsabile dell’emergenza Covid 19 dell’Ufficio federale della sanità pubblica, Daniel Koch, sembra confermare che gli svizzeri potranno tornare a fare acquisti in Italia a partire dal 3 giugno senza particolari problemi o conseguenze.

E questo sebbene l’apertura delle frontiere fissata per quel giorno, a oggi riguardi soltanto la decisione unilaterale del governo italiano. In sintesi: l’esecutivo italiano ha annunciato che dal 3 giugno gli svizzeri potranno entrare nel nostro Paese, mentre non esiste ancora una data reciproca fissata dalla Confederazione per gli italiani che volessero recarsi per qualsiasi esigenza oltreconfine.

Se non sei frontaliere, dunque, o se non ci sono motivi inderogabili, in Svizzera un italiano non può ancora entrare e non c’è un giorno ufficiale in cui potrà iniziare a farlo.

Tornando alla decisione del governo Conte, però, Koch, in conferenza stampa, rispetto all’apertura unilaterale, ha affermato che l’Italia “può farlo, ma anche la Svizzera decide autonomamente quando aprire i suoi confini”.

Ma il passaggio cruciale è stato quello sulle “conseguenze” per gli svizzeri che dal 3 giugno volessero recarsi in Italia anche soltanto per fare acquisti: “Non credo che bisognerà restare in quarantena dopo aver fatto shopping, sarebbe una misura drastica. Sarebbe strano pensare di chiudere a casa una persona per 14 giorni se è stata a Milano a fare compere. Tutte le persone che hanno sintomi comunque si devono far testare”.

Una sottolineatura non da poco, perché di fatto – benché una normativa esatta non esista – eliminare il rischio che varcare il confine comporti poi la quarantena al ritorno in Svizzera elimina un ostacolo non da poco all’ingresso in Italia.

LEGGI ANCHE: Frontiere, la Svizzera non apre agli italiani: “Con più movimenti ancora troppi rischi di contagio”

CORONAVIRUS: TUTTI GLI AGGIORNAMENTI DA COMO, LOMBARDIA E TICINO

TAG ARTICOLO:

7 Commenti

  1. Credo che poter vedere dopo tanto tempo i propri cari per poi tornare sensa problemi a riprendere il proprio lavoro in Svizzera sia più importante di andare a fare la spesa.

  2. Dal 3 giugno sarà possibile sia fare (finalmente) visita ai parenti che fare la spesa in Italia adesso non è ancora possibile

  3. Si preoccupano di chi deve fare shopping, mentre ci sono persone che vorrebbero abbracciare i loro cari.

  4. E speriamo che aprano sia per i parenti e per i patner anche loro come tutti gli altri devono avere il diritto di stare insieme e ricominciare a vivere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti: