Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità, Politica, Sanità

Tampone in parafarmacia e con infermieri, ok in Lombardia. Esulta Mammì (5S): “Voto segreto affossa la maggioranza”

Discusse oggi in Consiglio regionale in forma abbinata due mozioni (una presentata dal Gruppo M5Stelle, primo firmatario il Consigliere Gregorio Mammì, l’altra del gruppo PD, primo firmatario il Consigliere Gianatonio Girelli) che puntano ad assumere iniziative affinché le parafarmacie e gli infermieri liberi professionisti possano effettuare test antigienici rapidi ed accedere alla piattaforma di registrazione degli esiti. La votazione, in modalità segreta, ha segnato l’approvazione del testo del M5Stelle e la bocciatura di quello del Partito Democratico.

Esulta Mammì: “L’approvazione di questa mozione è un enorme successo per il Movimento Cinque Stelle. Ho chiesto al governo regionale di attivarsi al fine di aprire anche alle parafarmacie e agli infermieri libero professionisti, che già privatamente fanno tamponi senza poterli registrare, l’accesso al sistema regionale di gestione dei tamponi. Ritengo si tratti di soluzione semplice e immediatamente realizzabile, dal momento che all’interno delle parafarmacie lavora personale con il medesimo percorso di studi e la medesima preparazione, di quello che lavora all’interno delle farmacie. La Giunta ha tentato di difendere una visione politica miope che piega le Istituzioni ad interessi che non sono quelli dei cittadini, ma di una precisa categoria. Ringrazio i colleghi Consiglieri per aver votato nell’interesse dei cittadini, arrivando a sconfessare la loro stessa maggioranza”.

E conclude: “Con il voto segreto (30 voti favorevoli e 26 contrari) il Movimento Cinque Stelle manda sotto e affossa la maggioranza. Il Consiglio Regionale ha approvato, con parere contrario della Giunta regionale”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo