Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Variante di Olgiate e Solbiate, esulta il sindaco Moretti: “Subito il primo lotto. I paesi respireranno, viabilità migliore”

Ieri parlavamo del via libera alla realizzazione della Variante alla SS 342 “Briantea”.

Oggi nuovi dettagli. Durante l’incontro di ieri, convocato dalla Regione alla presenza dei Comuni, della provincia e di Anas, si è finalmente trovato l’accordo per la realizzazione della nuova strada. Da un lato, la Provincia di Como si è impegnata ad aggiornare il progetto al tracciato, evitandone il passaggio nell’area dell’ex forno inceneritore di Olgiate Comasco, e a provvedere anche ad appaltare e collaudare il primo tratto dell’opera, la Variante di Olgiate Comasco. Dall’altro Anas si impegna a realizzare il secondo lotto, ovvero la Variante di Solbiate.

L’iter per la realizzazione della nuova opera era partito nel 2005, quando ANAS, Regione Lombardia e Provincia di Como avevano siglato una Convenzione per lo sviluppo, fino al livello di progetto esecutivo, della Variante alla S.S. n. 342 “Briantea” – tratto Solbiate-Olgiate Comasco, opera prevista nell’’Accordo di Programma Quadro “Realizzazione di un sistema integrato di accessibilità ferroviaria e stradale all’aeroporto di Malpensa 2000” del 3 settembre 1999.

In base a questa Convenzione l’intervento prevedeva:

– un tratto in Comune di Olgiate Comasco dalla località Benedetta a Via Repubblica, in corso di realizzazione all’epoca della stipula della Convenzione e nel frattempo ultimato dal Comune stesso;
– un tratto in nuova sede da Via Repubblica alla S.P. 23 “Lomazzo – Bizzarone”;
– un tratto in riqualifica della S.P. n. 23 fino all’innesto con l’attuale S.S. 342;
– un tratto di collegamento in sede nuova tra la S.P. 23 e la rotatoria posta ad Ovest dell’abitato di Solbiate, che costituisce variante sud all’abitato di Solbiate.

Nel corso delle attività di progettazione esecutiva era però stata rinvenuta la presenza di un’area potenzialmente contaminata, che, nonostante le azioni messe in campo per la bonifica da parte del Comune di Olgiate Comasco, rischiava di far aumentare costi e tempi dell’opera. Nell’incontro di ieri quindi stata così condivisa la necessità di modificare il tracciato della Variante di Olgiate ed approvato il tracciato della Variante di Solbiate nella configurazione già prevista nel progetto preliminare.

“Per Olgiate e per tutto il territorio dell’Olgiatese il risultato è straordinario – dichiara Simone Moretti, consigliere Provinciale e sindaco del Comune di Olgiate – grazie al gioco di squadra tra istituzioni comunali, provinciali e regionali, i rappresentanti politici ed il personale tecnico, si è sbloccata la situazione della Variante 342 con la partenza immediata del primo lotto (variante di Olgiate) grazie alla modifica della convenzione in essere del 2005 e soprattutto del tracciato e con l’impegno di far partire in contemporanea anche lo studio e la progettazione del secondo lotto ( variante di Solbiate), eliminando finalmente il traffico dai centri cittadini e migliorando la qualità della vita. Un plauso al Presidente Bongiasca per averci sempre creduto, per aver sostenuto i Comuni interessati ed aver portato le istanze a livello regionale e soprattutto all’ingegner Bruno Tarantola che con sua esperienza e professionalità ha proposto la soluzione del cambio del tracciato per uscire dalla zona dell’ex forno inceneritore e procedere con l’assegnazione del primo lotto dei lavori. Adesso la strada è tracciata in tutti i sensi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo