Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

VIDEO Erba, i giovani de LoSnodo: “No al presidio di polizia in stazione, no alla strumentalizzazione politica”

Che li si condivida o meno è sempre bello quando un gruppo di giovani agisce, interviene e partecipa alla vita sociale e politica della propria comunità. E’ il caso dell’associazione LoSnodo attiva a Erba con sede nella stazione del paese.

E proprio della stazione i ragazzi vogliono parlare, nello specifico mettendo fortemente in discussione l’idea del presidio di polizia in zona.

Ecco quanto fanno sapere (riportiamo integralmente, come da richiesta dell’associazione, il comunicato diffuso in queste ore):

????????? ?? ?????? ? ???????, ???????? ?? ????? ???????? ?? ????????? ??? ????? ?????? ????? ???? ????? ?????????? ?? ??????? ???????????”.
Questo era l’obiettivo del progetto Youthlab, che dal 2017 ha visto decine di ragazzi impegnarsi, organizzando iniziative sul territorio erbese. L’evento fondamentale è stato la riqualificazione della Stazione, progettata come centro di aggregazione giovanile.


Ricordiamo con emozione i primi momenti nei quali, entrando in stazione, le pareti degli spazi interni non erano state verniciate e il pavimento non ancora ricoperto dalle piastrelle.

Nell’agosto del 2019, per dare continuità al progetto Youthlab che si sarebbe concluso l’anno successivo, noi ragazzi volontari abbiamo costituito l’Associazione LoSnodo.
Il nostro scopo, da allora, è stato quello di proteggere e preservare lo spazio perché diventasse un punto di riferimento per i giovani, un luogo dove sentirsi accolti, parte di una comunità.
 
A distanza di anni stringe il cuore vedere come si sono tristemente evoluti i fatti. La proposta politica di portare all’interno un presidio della polizia locale, approvata da un’ampia maggioranza in Consiglio comunale ad Erba, ci ha lasciati senza parole. Tutto questo nasce dall’immaginario comune erbese, che vede la stazione come un posto mal frequentato e pericoloso. Questa visione è frutto di una narrativa politica che costruisce consenso elettorale sfruttando la paura e l’incertezza. La stazione non è tuttavia questo luogo. Anche se in passato si sono verificati episodi di disordine pubblico, infatti, essi rimangono singoli e infrequenti.

La stazione, nei primi mesi dalla propria apertura (precedenti alla pandemia), iniziava a essere un luogo accogliente e vivo grazie alla presenza dei giovani. Dimostrando che ciò di cui aveva bisogno era soprattutto di essere vissuta. Per questo motivo, secondo noi, ?? ???????? ????? ??????? ?????? ??? ?̀ ?? ?????????. Inoltre, risulta incompatibile con la presenza di una giovane comunità. 

Con questo comunicato, chiediamo che ?? ???????? ??????? ???????? ? ????????? ????? ?? ??????????????????? e che ?? ???????? ????? ????????????? ? ????????? ? ??????????? ???? ???????? ????? ?????? ?? ?????????????? ??? ?? ??????̀ ??? ?? ???????.

???????? ?? ????, 22 ??????? 2022,
?? ?????????? ? ? ????????? ?? ???????

 

TAG ARTICOLO:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo