Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità, Cronaca

Balli proibiti ad Appiano: 300 in pista al Wood Club. Locale chiuso

Dirty Dancing a Appiano Gentile, come da titolo della versione italiana del film, è il caso dei “balli proibiti” che si tenevano presso il bar Wood Club di via Ordenada 12 a Appiano. Belli e liberi ma vietati dalla normativa anti-COVID.

A rovinare la serata, anzi, la nottata, ci hanno pensato gli agenti della Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale della Questura di Como, coadiuvati dalla Polizia Stradale, dalle pattuglie del servizio controllo del territorio della Questura di Como, dalla Polizia Locale di Appiano Gentile e con la collaborazione di personale dell’Ufficio Siae della stessa zona.

Spiegano dalla Questura di Como: “L’attività di osservazione in incognito svolta dagli agenti “infiltrati” tra gli avventori, attivata verso le 23.45 e i conseguenti filmati girati all’interno, hanno permesso di accertare che molte persone stavano ballando nel locale e di quantificare gli avventori in circa 300 persone che alla vista degli agenti hanno cercato di dileguarsi”.

La parte interna della struttura era di fatto una discoteca: “Con tanto di pista da ballo, luci stroboscopiche e numerose persone erano intente a ballare senza alcun tipo di protezione, in totale violazione delle restrizioni tuttora vigenti per i locali da ballo. A fronte di un numero così cospicuo di persone e per porre fine alla condotta illecita ed evitare conseguenze alla sicurezza delle persone presenti, è stato chiesto l’ausilio di un equipaggio della Squadra Volante. La presenza di addetti alla “Security” e di “Sentinelle” del tutto abusivi, a nulla sono serviti data la fulmineità dell’intervento, coordinato dall’interno; inoltre, la vista di un consistente numero di divise ha permesso di eseguire i controlli senza reazioni da parte delle persone presenti. Nell’immediatezza il gestore del locale è stato sanzionato per numerose violazioni in materia di Covid-19 e, visto che si stava svolgendo un’attività vietata, in altre parole il ballo, è stata disposta l’immediata chiusura dell’esercizio per cinque giorni”.

E’ stato riscontrato inoltre che l’ingresso avveniva dopo il pagamento di 10 euro comprensivi di consumazione, senza che fosse rilasciato alcuno scontrino fiscale. “Per tale motivo sono in corso accertamenti con l’ausilio della Guardia di Finanza di Olgiate Comasco, per le irregolarità fiscali”.

“Fatto ancor più grave – evidenziano ancora dalla Questura – è che il Wood Club è un esercizio pubblico che dovrebbe svolgere esclusivamente l’attività di bar, ma nella circostanza era stato trasformato a tutti gli effetti in sala da ballo, attività questa sottoposta a specifica autorizzazione del Sindaco e alla verifica della sussistenza di idonee misure di sicurezza previste dalla normativa vigente per prevenire gravi incidenti agli avventori”.

Concludono poi: “Anche per questo ultimo motivo la posizione amministrativa sarà vagliata dagli uffici competenti del Comune di Appiano Gentile per l’eventuale sospensione della licenza. Sono emersi anche aspetti penalmente rilevanti (apertura abusiva di luoghi di pubblico spettacolo o trattenimenti) per i quali sarà inoltrata comunicazione di notizia di reato alla locale Procura della Repubblica”.

I Funzionari Siae., infine, si sono riservati di elevare le sanzioni amministrative di loro competenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo