Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Cronaca

Chiuso un centro scommesse clandestino a Dongo

Martedì 7 luglio la Polizia di Stato di Como ha chiuso un centro scommesse non autorizzato a Dongo.

L’operazione è stata realizzata nell’ambito della campagna intrapresa a tutela dei consumatori. Gli uomini della Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale della locale Questura hanno, infatti, effettuato controlli mirati al locale donghese e, per certificare l’attività illecita, hanno effettuato anche alcune puntate che non hanno portato a vincite.

Il titolare operava senza la licenza del Questore e mediante giocate effettuate presso l’operatore maltese “Stanleybet”, non autorizzato a raccogliere scommesse in Italia. E’ stato quindi segnalato all’Autorità Giudiziaria per avere esercitato un’attività di raccolta scommesse non autorizzata. Di conseguenza, il centro scommesse è stato chiuso su ordine del Questore della Provincia di Como.

Oltre alla chiusura del centro clandestino e la denuncia del titolare, è stata informata l’Agenzia delle Dogane e Monopoli per il recupero delle tasse evase dall’allibratore straniero.

Un commento

  1. Non capisco come sia iniziato o quando, ma so che uno dei grandi problemi degli italiani è il gioco …. sarà culturale o parte di una malattia genetica … Non lo so, ma è ed è reale e lo attacca attraverso le infrazioni … non lo risolveranno mai, ci vuole tempo e solo attraverso l’istruzione … inoltre dovrebbe far parte di una materia elementare alla scuola , dove dovrebbero frequentare il bambino, i genitori e i nonni, ma Naturalmente ci sarebbero molti danni (Mafia … grandi corporazioni e politici in servizio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo