Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Cronaca

Gioventù Nazionale e Carlo Fidanza: sopralluogo nei boschi della droga a Montano Lucino

Sopralluogo di Gioventù Nazionale Como, ieri pomeriggio, tra i boschi dello spaccio e del consumo di stupefacenti nella zona i Monta Lucino. Presenti anche il capogruppo di “Noi con Montano Lucino”, Andrea Matteri, anche presidente del Circolo dell’Olgiatese “Sergio Ramelli” di Fratelli d’Italia, l’eurodeputato del partito di Giorgia Meloni, Carlo Fidanza, e l’ex consigliere regionale Francesco Dotti.

“Abbiamo avuto modo di trovare una zona assolutamente degradata – sottolinea il coordinatore provinciale di Gioventù Nazionale Lorenzo Cantaluppi, consigliere comunale a Como – Il problema dello spaccio è un reale ed è necessario affrontarlo”.

“La mia proposta – interviene Matteri- è creare un coordinamento fra amministrazioni per gestire il fenomeno droga, la cui colpa è sicuramente anche dell’immigrazione sregolata che fornisce spesso manodopera alla criminalità e del poco controllo delle zone boschive che per anni è stato posto in essere. Per quanto riguarda invece le amministrazioni locali credo che sia necessario rendere queste zone di spaccio zone “vive” anche nei periodi di “bassa stagione”.

“Il che significa – chiude Matteri – far andare la gente nei boschi e fare in modo che i cittadini si sentano al sicuro, oltretutto dovrebbero essere fatte serie campagne di sensibilizzazione e di lotta alla droga come quella che è stata proposta dal mio gruppo e che l’amministrazione ha subito cassato, fortunatamente ora il nostro comune farà partire un progetto di sensibilizzazione giovanile, ma è solo con un progetto serio e coordinato dalle forze dell’ordine e dalle amministrazioni locali che questo fenomeno può essere sconfitto”.

Un commento

  1. L’interessamento dei volontari e delle varie Associazioni sportive e non , al problema di cui si parla in questo articolo , è da elogiare ed è meritevole di plauso per quanto riesce ad ottenere …
    Ma grande è il malumore di fronte al disinteresse ( posso dirlo ? ) assoluto da parte di chi avrebbe il dovere e la responsabilità di far sì che certe zone non diventino il refugium peccatorum e il punto d’ incontro per lo spaccio e per l’uso di veleni potenti !
    Ma perchè ci si deve sempre lamentare di alcune Amministrazioni comunali ?
    Ma perchè , se ritengono oneroso l’incarico che si sono assunti, non lo lasciano per sceglierne uno che dia loro solo onore ?
    Penso che se facessero quanto devono , di onori ne riceverebbero anche rimanendo al posto attuale …..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo