Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Cronaca

Lei gli regala un panino, lui la violenta nel parcheggio dell’ippocastano. Arrestato nigeriano

E’ successo ieri sera intorno alle 21 quando la Volante della Questura è intervenuta in Via Aldo Moro, zona parcheggio Ippocastano.

Da lì era arrivata infatti una segnalazione di un cittadino che ha raccontato di aver visto una donna subire violenza sessuale, vittima di un uomo con felpa di colore scuro.

Gli agenti lo hanno individuato subito e bloccato mentre teneva ferma la donna “visibilmente agitata e impaurita”.

Lei ha poi raccontato come poco prima si fosse recata al Carrefour di viale Giulio Cesare per fare la spesa e di come, entrando, avesse deciso di acquistare un panino per un uomo che aveva incontrato all’ingresso.

Consegnato il cibo una volta uscita è stata subito inseguita e fermata nella zona dell’Ippocastano.

L’uomo l’ha sbattuta contro una recinzione usandole violenza. Non è riuscita a divincolarsi ed è stata tenuta con la forza fino all’arrivo degli agenti.

Portato in questura, l’aggressore è risultato essere un cittadino di passaporto nigeriano, 31 anni. In italia senza fissa dimora, senza documenti ha precedenti per percosse e violazione delle leggi in materia di immigrazione. Ulteriori approfondimenti hanno segnalato come sia irregolare e con permesso di soggiorno scaduto dal 2016 con quattro ordini di espulsione sulle spalle.

La donna è stata portata in pronto soccorso al Sant’Anna in codice giallo, media gravità, dove è stata curata e dimessa con una prognosi di 15 giorni.

La polizia tiene a ringraziare il cittadino che ha segnalato tempestivamente l’episodio “per l’elevatissimo senso civico dimostrato nella circostanza, che ha consentito di assicurare alla giustizia l’autore di un gravissimo reato e ha impedito che il medesimo potesse essere portato ad ulteriori e ben più gravi conseguenze”.

TAG ARTICOLO:

5 Commenti

  1. Una volta libero, Sindaco e Company di buonisti, mettetelo in via Borgo Vico, insieme agli altri, così potrà fare violenza anche a qualche scolaro della scuola accanto. Ma è tutto sotto controllo, non è vero? Ad incominciare dal fatto che non c’è nessuno, al momento, che gestirà il dormitorio.

    1. Ma infatti: è tutto sotto controllo già ora giusto? D’altronde la Lega ha sempre detto che a Como si fa già abbastanza, quindi va tutto bene: è la sicurezza che ci hanno sempre proposto!

    1. La sinistra cosa sarebbe? Una persona specifica?

      Sarebbe meglio dire “vergognoso silenzio di chi amministra la città dopo aver promesso sicurezza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti: