Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Cultura e Spettacolo

Camera con Musica: matinée al Sociale. Due pianoforti e due pianisti

Domenica 18 marzo alle ore 11.00 si riconferma la collaborazione tra il Teatro Sociale di Como e la Nuova Scuola di Musica di Cantù, già avviata l’anno scorso, con Geometrie alle Tastiere, un programma a otto mani che vede l’esecuzione di celebri pezzi di musica sinfonica trascritti nell’insolito arrangiamento di due pianoforti e due pianisti. Tra questi, l’amatissimo Boléro di Ravel, che inonderà la Sala Bianca con le sue spumeggianti note danzanti e gli ostinati ritmi di musica spagnola.
Come sempre, l’appuntamento si inserisce nella rassegna Camera con musica ed avrà luogo in Sala Bianca ad ingresso libero.

PROSSIMI APPUNTAMENTI DI CAMERA CON MUSICA

22 aprile
EAST & WEST
Musiche di B. Bartók, J. A. Bosso, A. Piazzolla, R. Schnittke, I. Stravinskij
Violino Luca Santaniello
Bandoneón Davide Vendramin

6 maggio
SONATE DISTANTI
Musiche J. Brahms, C. Debussy, S. Prokof’ev
Violino Sofia Manvati
Pianoforte Margarita Bakurina

SALA BIANCA – TEATRO SOCIALE DI COMO
domenica, 18 marzo 2018 – ore 11.00
GEOMETRIE ALLE TASTIERE

Trascrizioni a 8 mani

Ludwig van Beethoven
Sinfonia n. 5 in do minore op. 67
Allegro con brio
Andante con moto – Più moto
Allegro
Allegro – Presto

Gustav Holst
Jupiter da The Planets op. 32 (trascr. Ahmed A. Alabaca)

Maurice Ravel
Boléro

Pianoforti Cristina Molteni, Massimiliano Gandini, Gabriel Mengher, Antonio Tarallo

promosso in collaborazione con
Nuova Scuola di Musica di Cantù

INGRESSO LIBERO

MASSIMILIANO GANDINI
Si è diplomato al Conservatorio di Brescia, sotto la guida di Anna Arienti Tornaghi. Pianista accompagnatore al Concorso internazionale per pianoforte e orchestra ‘Città di Cantù’, oltre all’attività concertistica svolge attività didattica. Insegna pianoforte principale presso diverse scuole di musica. Dal 2000 è docente di pianoforte presso la Nuova Scuola di Musica di Cantù. Tiene cicli di lezioni-concerto dedicate all’ascolto guidato della musica. Dirige gruppi musicali esibendosi in varie manifestazioni e concorsi. Suona stabilmente in duo con la pianista Claudia Tallarini, con la quale ha tenuto numerosi concerti per vari teatri e associazioni culturali. Sempre con la Tallarini, nel 2013 ha tenuto il concerto per due pianoforti di Rachmaninov. Nel 2016 si è aggiudicato il primo premio ad un concorso internazionale, tenutosi a Milano, nella categoria pianoforte a 4 mani.

GABRIEL MENGHER
Nato a Timișoara (Romania) nel 1985, inizia lo studio del pianoforte all’età di 7 anni presso la Scuola musicale ‘Ion Vidu’. All’età di 14 anni si trasferisce in Italia e prosegue gli studi presso il Conservatorio di Milano sotto la prestigiosa guida di Vincenzo Balzani, diplomandosi con 110 e lode nel 2008. Agli studi pianistici, nello stesso conservatorio, affianca gli studi di composizione sperimentale. Presso l’Istituto superiore di studi musicali ‘F. Vittadini’ di Pavia, nel 2010 ha conseguito il diploma accademico di secondo livello abilitante nella classe di concorso AJ77. Ha partecipato a numerosi concorsi nazionali e internazionali aggiudicandosi importanti premi. L’attività concertistica in Italia e all’estero comprende collaborazioni con l’Orchestra Filarmonica di Stato di Arad (Romania), l’Orchestra ECHO, il Teatro della Memoria, e lo Stockholms Musikgymnasium in Svezia. Insegna pianoforte, teoria e solfeggio ed elementi di armonia e analisi presso la Scuola CrescendoInMusica di Pavia. È docente di pianoforte presso la scuola secondaria ad indirizzo musicale ‘F. Casorati’ di Pavia.

CRISTINA MOLTENI
Nata a Milano, si diploma a 19 anni sotto la guida di Vincenzo Balzani presso il Conservatorio di Piacenza. Possiede un ampio e diversificato repertorio che interpreta con notevole maturità musicale. Dal 1985 si esibisce in numerosi recital per varie e importanti istituzioni concertistiche. Si è affermata in diversi concorsi pianistici internazionali. Ha frequentato corsi di perfezionamento con Maria Golia, Vincenzo Balzani, Sulamita Aronovsky, Jean Micault, Marcello Abbado ed Adam Wibrowsky. Dal 1990 collabora, in qualità di solista, con l’Orchestra Filarmonica Rumena di Bacau diretta da Ovidiu Balan, con la quale si esibisce in Italia e all’estero. Oltre all’attività solistica, dal 1992 ha formato un duo pianoforte e violino con il fratello Giorgio. È docente di pianoforte alla Nuova Scuola di Musica di Cantù, della quale è anche direttrice. Dal 2015 è presidente del Concorso internazionale per pianoforte e orchestra ‘Città di Cantù’, di cui è anche membro della giuria, e collabora con il direttore artistico Vincenzo Balzani.

ANTONIO TARALLO
Si è diplomato sotto la guida di Ennio Pastorino e si è perfezionato con Vincenzo Balzani. Ha tenuto concerti per gli Amici della Musica di Arezzo, Amici della Musica di Modena, Società dei Concerti e Serate Musicali di Milano, Società del Gonfalone di Roma. Si è esibito presso il Teatro Manzoni, la Sala Verdi del Conservatorio di Milano, il Teatro Valli di Reggio Emilia, il Teatro Accademico del Bibiena di Mantova, la Sala Filarmonica di Trento. Nel 1991 e nel 1992 si è esibito come solista con l’Orchestra Filarmonica di Stato della Romania a Bacau (Romania) ed a Milano. Ha registrato alcuni cd tra i quali un cd mozartiano con l’Orchestra del Gonfalone di Roma diretta da Francesco Vizioli ed un doppio cd con i Preludi per pianoforte di Renato De Grandis edito nel 2013 dalla Wergo. Nel 2016 ha tenuto un recital dedicato ai Preludi per pianoforte di Renato De Grandis ed una masterclass presso la Akademie für Tonkunst Darmstadt in Germania. È docente di pianoforte presso il Conservatorio Statale di Musica di Piacenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti: