Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Cultura e Spettacolo

Due concerti, con Lions Plinio il Giovane e Ordine dei Medici per i sanitari vittime del Covid: 1 e 5 settembre, l’Orchestra Franz Terraneo

Per gli amanti della grande musica, l’Orchestra da Camera di Como Franz Terraneo torna a incantare la città con due concerti d’eccezione.

Martedì 1 e sabato 5 settembre, in occasione delle celebrazioni per Sant’Abbondio, i due appuntamenti saranno dedicati ai medici e a tutti gli operatori sanitari del territorio che hanno perso la vita durante l’emergenza Covid.

L’evento è patrocinato dal Lions Club Como Plinio il Giovane ed è stato proposto dall’Orchestra comasca insieme all’Ordine dei Medici di Como.

“Nell’eccezionale momento storico nel quale ci troviamo, due cose appaiono chiare – spiegano dall’Orchestra Franz Terraneo – un grande senso di gratitudine nei confronti del Personale Medico e Paramedico e un grande bisogno di elaborare quanto vissuto. È proprio su questo terreno che si è incrociato il progetto dell’Orchestra Franz Terraneo e quello dell’Ordine dei Medici di Como”.

E aggiungono: “Attraverso la religione e l’arte, crediamo si possa offrire un valido percorso di presa di coscienza del vissuto. Vescovo, sindaco, presidenti degli Ordini delle categorie sopra elencate, famiglie delle persone mancate e cittadinanza. Impossibile pensare ad una inclusione maggiore”.

I concerti si terranno il 1 settembre alle 19, nella Chiesa di San Giacomo, e il 5 settembre alle 19.30 nel Duomo di Como al termine della Messa celebrata dal Vescovo Monsignor Oscar Cantoni a suffragio di medici, infermieri, farmacisti, veterinari e operatori della Croce Rossa di Como mancati durante il periodo di picco del Coronavirus.

“Ciascuno, nei momenti di maggiore criticità, è chiamato a dare il massimo di quello che può – concludono dall’Orchestra – Noi sappiamo suonare e il massimo che possiamo fare è offrire la nostra musica alla città”.

locandinaconcerto-4

L’Orchestra da Camera di Como Franz Terraneo eseguirà Le Quattro Stagioni di Antonio Vivaldi e sarà accompagnata dall’affermata giovane comasca Emma Arizza al violino solista. Inoltre, verrà suonato il Concerto per Oboe e Violino di J. S. Bach che vedrà dialogare Emma insieme a Cristina Ruggirello (Primo Oboe dell’Orchestra); nel concerto in Duomo verrà eseguito solo l’Adagio.

Entrambi gli appuntamenti sono a ingresso libero (fino a esaurimento posti) e si svolgeranno nel pieno rispetto delle normative in vigore per l’emergenza Covid.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti: