Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Cultura e Spettacolo

Questa volta la racconta il lupo: Cappuccetto Rosso in blues. Sabato, al Sociale

Teatro Sociale di Como

sabato, 22 maggio – ore 18.00

CAPPUCCETTO BLUES

In scena al Teatro Sociale di Como uno spettacolo per tutta la famiglia: sabato 22 maggio alle ore 18.00 il Teatro Invito ci racconta di Cappuccetto Blues, con la regia di Luca Radaelli.

Lo spettacolo vuole essere una versione di Cappuccetto rosso “dal punto di vista dei lupi”, raccontata dai due attori, Stefano Bresciani e Davide Scaccianoce, attraverso una serie di irresistibili gag clownesche, che giochi di parole e una efficace capacità di trasformazione rendono godibilissime al pubblico.

Due bluesman, due musicisti girovaghi, un po’ straccioni e un po’ poeti, stanno andando a Wolf City, al Wolf Pride, il raduno dei lupi. Sulla strada, ricordano i bei tempi andati, quelli del vecchio zio George, il grande George “Howling” Wolf, artista trasformista, in grado di camuffarsi in men che non si dica nei modi più impensati: bambina, vecchietta… Purtroppo finito male. Incidente di caccia.

Ecco, tutti ce l’hanno con i lupi solo perché han sempre fame: per questo sono reietti. Ma è il tempo del riscatto! È ora che si ristabilisca la verità. Perciò i due lupi racconteranno la storia a modo loro.

Nel frattempo, celebrando i tempi passati, cantano le loro arie preferite: l’inno dei lupi, la ballata della nonna malata, il blues del cacciatore.

Le canzoni sono originali cantate e suonate dal vivo. Il tutto è condito con un pizzico di magia, dando vita a una performance molto divertente, sia per i bambini sia per i grandi.

Una comicità fatta di gesti, esasperazioni, oggetti evocativi, trovate vecchie e nuove e sostenuta soprattutto dal vero divertimento dei due interpreti, una coppia comica che ricorda Stanlio e Ollio, che si prestano senza riserve ad ogni tipo di ruolo, di imitazione, di sketch.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo