Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Cultura e Spettacolo

Torna il Palio del Baradello: tra le novità la “Corsa delle lavandere”

Sempre più ricco, sempre più intrigante.

Il palio del Baradello 2018, giunto alla 38° edizione, è stato presentato oggi in Comune dal presidente Laura Bordoli che, con ampio anticipo rispetto alla data di partenza, svela le novità.

“Tentiamo sempre di arricchire ogni edizione con delle nuove iniziative e per quest’anno ne proponiamo due. Per prima cosa abbiamo deciso di dare maggiore spazio alla figura femminile organizzando una gara per sole donne chiamata “gara delle lavandere”. Le finte lavandaie, infatti, dovranno spingere una carriola piena di panni fino al lago e alla fine vincerà la prima ad arrivare. In secondo luogo abbiamo deciso di rappresentare, nella sfilata storica, le famiglie nobiliari Del Pero e Rusca o Rusconi del 1159, vestendo le persone con i colori e gli stemmi delle due casate. Seguiranno poi le visite fra le dimore storiche e le case nobiliari del XII secolo”.

Il Palio del Baradello inizia il 30 agosto, giorno in cui avrà luogo la tradizionale cerimonia di apertura con l’offerta del cero votivo nella Basilica di Sant’Abbondio, durante la quale il Vescovo impartirà la benedizione al drappo e ai presenti.

Domenica 2 settembre al Castel Baradello, simbolo stesso del palio, ci saranno visite guidate ed esibizioni di vario genere tra cui lo spettacolo con Il Falconiere del feudo. Giovedì 6 settembre, nei musei civici di Como, la società archeologica comense si offrirà come guida per spiegare stemmi e palazzi delle grandi famiglie di Como.

Nel pomeriggio di sabato 8 settembre due attori, che impersoneranno rispettivamente l’imperatore Federico il Barbarossa e la consorte Beatrice di Borgogna, sbarcheranno in Piazza Cavour e insieme attraverseranno la città di Como con un corteo. Seguirà una cena medievale con portate tipiche della cucina del dodicesimo secolo.

Giornata dedicata ai bambini, domenica 9 settembre vedrà Villa Olmo ricca di iniziative, laboratori e spettacoli medievali. Alle ore 17 le lucie, tipici battelli lariani, gareggeranno per i colori dei Borghi e dei Comuni di appartenenza offrendo un magnifico spettacolo per grandi e piccoli.

Giovedì 13 settembre, nella chiesa di San Giacomo alle ore 21, ci sarà il concerto tenuto dalla Celtic Harp Orchestra mentre venerdì 14, al borgo di Sant’Agostino ci sarà la già citata gara della corsa delle lavandere.

Andando verso la conclusione del Palio, sabato 15 settembre in Piazza Duomo ci sarà il tiro alla fune, al termine della gara seguirà la premiazione dei vincitori e la rappresentazione di un matrimonio medievale.

Nella penultima giornata, in piazza Cavour, avrà luogo il gran corteo storico che culminerà, sabato 22 settembre, con la giornata finale dedicata ai bambini e alle famiglie.

La rievocazione storica dell’arrivo di Federico Barbarossa nella città di Como è una potenzialità turistica che il Comune, nelle figure del sindaco Landriscina e l’assessore al turismo Rossotti, vuole implementare e far crescere, uscendo anche dai confini della provincia. Per questo sono stati invitati, al Palio 2018, i rappresentanti di diversi pali d’Italia e l’idea, per l’anno a venire, è quella di mandare dei rappresentanti comaschi a vedere altre manifestazioni al fine di farsi conoscere anche in altre regioni.

Infine, con l’obbiettivo di coinvolgere le scuole, la presidente Bordoli pensa di dar vita a un Palio dei Bambini per l’anno 2019 in cui i piccoli diventeranno protagonisti adulti vestendo i panni di nobili, sovrani, contadini e borghesi del 1200.

 

INFO
Maggiori informazioni sugli orari degli eventi del Palio al sito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab