Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Politica

Campione d’Italia, via libera all’emendamento Butti sull’abbattimento delle imposte. “Spero possa dare respiro a una comunità dimenticata”

Via libera della commissione Bilancio della Camera all’emendamento del deputato di Fratelli d’Italia, il comasco Alessio Butti, che introduce “Disposizioni in materia di imposte dirette e accise per il Comune di campione d’Italia” nell’ambito della conversione in Legge del decreto Rilancio.

L’emendamento estende  per cinque anni l’abbattimento, al 50%, dell’imposta sul reddito di impresa, sul reddito delle persone fisiche che non esercitano attività d’impresa iscritte nei registri anagrafici del Comune di Campione d’Italia nonché sui redditi di lavoro autonomo di professionisti e con studi nell’enclave italiana.

Il documento prevede inoltre “una modifica del credito di imposta per le imprese che effettuano investimenti nell’area interessata dall’agevolazione”.

Inoltre ulteriori modifiche prevedono “che la riduzione delle imposte ivi prevista a favore delle persone fisiche e delle imprese operati per dieci periodi d’imposta, anziché cinque come attualmente previste”

Eliminata inoltre a data del 20 ottobre 2019 “quale limite temporale alla residenza o localizzazione di persone fisiche e imprese a Campione d’Italia per beneficiare di tali agevolazioni.”

Un nuovo comma infine prevede che “i limiti dei regolamento europei sugli aiuti di importanza minore (cd. “de minimis”) non si applicano per il periodo d’imposta 2020. Tale limite è di 120mila euro per ogni impresa attiva nel settore della pesca e dell’acquacoltura e di 100mila euro per ogni impresa attiva nel settore della produzione primaria di prodotti agricoli”.

“In realtà, è bene chiarirlo, l’emendamento non è stato “riformulato”, come qualcuno ha detto, bensì è stato falcidiato”, spiega Butti.

“Ma comunque – evidenzia – quello che sono riuscito a difendere spero possa dare respiro alla comunità dimenticata di Campione d’Italia. Non si è trattato di una iniziativa bipartisan come erroneamente qualcuno disattento ha dichiarato poiché nessuno della maggioranza si è occupato del tema. Sarebbe stato bipartisan se maggioranza e opposizione avessero lavorato, insieme, ad una proposta da sottoporre al governo. Ma così, come bene narra la cronaca parlamentare, non è stato. Ora il governo approvi le altre mie proposte elaborate per risolvere la delicata questione campionese in via definitiva. Quel paese lo merita”.

 

9 Commenti

  1. Ma pf leggete quello che state scrivendo! Dire che si conosce il discorso Campione, poi si contesta l’operato del deputato comasco Butti! Gli emendamenti sono fondamentale per permettere quella cittadinanza di sopravvivere in un contesto socio economico influenzato al 100% dal caro vita svizzero. Quindi bravo Butti che come sempre ha a cuore tutti i territori comaschi, compreso Campione.

  2. Buonasera a tutti. Purtroppo continuo a leggere ed ascoltare, su molti media, pseudo “ben informati” che scrivono e parlano in modo che definire approssimativo, è un eufemismo. Sono circolate tante leggende metropolitane su Campione, sul Casinò e sui suoi (ex) dipendenti . A mio parere, le persone che alimentano quanto sopra accennato , si possono dividere in due tipologie di commentatori : I disinformati e/o male informati , che in buona fede, fanno proprie e diffondono, informazioni fake o nella migliore delle ipotesi ” very old fashion”, lette o ascoltate nei più svariati canali informativi. Poi abbiamo i “volponi”, che ben consci di mentire, diffondono a piene mani informazioni fake per propri interessi personali e di saccoccia. Scrivendo mi è venuto in mente anche un terzo gruppo…” Gli invidiosi a prescindere” che, godono come i ricci, tutte le volte che qualcuno, a loro parere più fortunato , cade in “disgrazia”.Infine, per buona sorte, ci sono persone come l’onorevole Alessio Butti, che conoscendo molto bene da decenni la realtà campionese in ogni suo dettaglio, comprensivi di pregi e difetti, si è impegnato e si sta impegnando tuttora, per ristabilire un minimo di normalità, per l’intera comunità. Saluti e buona vita. Mirko, ex dipendente della casa da gioco e delegato RSU.

  3. La realtà è che hanno avuto per decenni privilegi ingiustificati, per i quali ora pagano le conseguenze. Se andavano bene i primi, non ci si può ora lamentare delle seconde. E, per rispondere a chi utilizza espressioni gergali riferite a leoni e tastiere, assicuro che sono molto bene informato sulle vicende dell’enclave.

  4. Conosco quella realtà bene, i cittadini hanno già pagato un caro prezzo.
    Finalmente qualcuno che mantiene quello che ha promesso a quelle persone.
    Spero che finisca bene.
    Finalmente un Deputato comasco che si fa valere!

  5. Credo proprio che quando un Politico compie il suo dovere e con il suo lavoro porta un risultato di quel genere, merita rispetto da parte di tutti i cittadini.
    Fare chiacchiere sono capaci tutti, i fatti sono quelli che ha portato on. Butti.
    Tanto si sa, se fai sei criticato se non fai sei criticato, On. Butti i miei complimenti.

  6. Dai vostri commenti si evince che conoscete poco o nulla di Campione d’Italia e il leone da tastiera che risiede fermamente in voi freme per far sentire il suo ruggito…. complimenti! informarsi prima di parlare….

  7. Davvero, leggendo la definizione “comunità dimenticata” la prima che viene in mente è, proprio, Campione d’Italia…poi ci si domanda come mai i politici godano, fra la maggior parte della gente, di bassa considerazione.

  8. Eh bravo il Sig. Butti i comaschi si devono pagare 4 km di tangenziale (anche se la lega e i suoi amici dicevano sarebbe diventata gratuita) però a campione facciamo pure un bel paradiso fiscale… Si vede proprio il grande interesse per il territorio comasco e le sue esigenze in tutto ciò!

  9. Un bel emendamento ad HOC per un comune e un territorio dove la legalità e la trasparenza la fa da padrone, complimenti al parlamentare Butti per le battaglie per i più deboli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti: