RADIO COMOZERO

Ascolta la radio
con un click!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Politica

Como Borghi-Ippocastano, Cantaluppi (FdI): “Topi, spaccio, odori nausebondi. Non abbandoniamo i cittadini”

La questione del degrado che affligge alcune parti di Como Borghi, in particolare tra la zona dell’Ippocastano e l’area delle ferrovie Nord, è tornata al centro anche del consiglio comunale di Como.

A portarcela, dopo essere stato contattato da diversi residenti, in particolare del Dadone, è stato il consigliere di Fratelli d’Italia, Lorenzo Cantaluppi.

“Il passaggio pedonale che collega il parcheggio dell’Ippocastano alla stazione di Como Borghi, vista anche la posizione nascosta è da tempo diventato una piazza di spaccio – ha affermato in aula Cantaluppi – Un fenomeno che sin dalle prime ore del pomeriggio spesso è associato a un grande consumo di alcolici anche da parte di minorenni”.

Far West Ippocastano: spaccio, droga nascosta nei muri, vandalismi e degrado. Como Borghi insorge

“Questo contribuisce all’ingente quantità di rifiuti presente sia sulla sede ferroviaria sia nel perimetro degli stabili di proprietà di Spt Holding con il proliferare di grossi topi che scorrazzano tra rifiuti, bottiglie, coperte e materssi – ha aggiunto il consigliere di FdI – L’accumularsi di questi rifiuti, unito al fatto che la zona talvolta è usata anche come bagno pubblico, crea un odore nauseabondo che nelle belle giornate impedisce agli abitanti di aprire le finestre che si affacciano sulla ferrovia”.

Dopo aver comunque sottolineato positivamente il recente aumento dei controlli nella zona da parte di polizia locale e forze dell’ordine, Cantaluppi ha chiesto espressamente al sindaco Mario Landriscina di agire “sul Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, invitando le forze dell’ordine a svolgere servizi anche in borghese, oltre a valutare un aumento della videosorveglianza e dell’illuminazione”.

“Inoltre – ha concluso il consigliere comunale – bisogna invitare Ferrovie ed Spt Holding a riportare pulizia, decoro e salubrità nella zona oltre a rendere le proprietà sicure e a rimettere in ordine le recinzioni. I cittadini sono esasperati, non abbandoniamoli”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 Commenti

  1. Non si cavalca proprio niente, i cittadini hanno chiesto l’intervento di diversi assessori e consiglieri, e l’unico che si è degnato di dedicarci 1h e mezza, 24h solo dopo la mia richiesta, di un suo sabato è stato Cantaluppi. Mentre attendo da mesi anche un riscontro da altri assessori.
    Ha portato la nostra voce in consiglio, dopo anni di sordità.
    Se appena la politica dà retta al cittadino la si accusa di propaganda, elettorale, allora ben venga la propaganda… i politici sono al servizio del popolo e lo rappresentano, per rappresentarlo devono conoscerlo, e mi sembra che Cantaluppi l’abbia fatto.

    1. concordo con lei Sig.De Luca, Cantaluppi è uno dei pochi Consiglieri che gira sul territorio,porta i problemi in Comune e li risolve, ben vengano rappresentanti come lui ed è giusto che al momento opportuno venga premiato.

    1. Cara Sig.ra Luisa, se tutti i Consiglieri si rapportassero con i Cittadini come fa Cantaluppi penso che Como sarebbe una città molto diversa da come è ora, nello specifico non mi pare che Cantaluppi cavalchi nulla, è anni che segnala e risolve i problemi di ogni parte della città di Como, forse dovrebbe seguirlo sui social e vedrà che cambierà parere, un abbraccio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo