Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Politica

Pigra, elezioni di fuoco. Balabio: “Ora il paese è migliore”. Lo sfidante Caprani: “Rapporto con i cittadini da ritrovare”

Le elezioni amministrative si avvicinano sempre più e in tutta la provincia di Como sono numerosi i comuni al voto, tra questi c’è il piccolo borgo Pigra tra le montagne della Valle Intelvi, che conta quasi 250 abitanti.

Il 3 e 4 ottobre i cittadini saranno chiamati alle urne, per scegliere tra la lista “Futuro per Pigra” con il sindaco uscente Giovanni Balabio, o “Per Pigra” con Claudio Caprani come candidato.

Le questioni da affrontare sono molte, prime fra tutte quella della funivia, via d’accesso per eccellenza: “È un punto focale per il paese – spiega Balabio – negli ultimi anni ci sono state molte critiche ai lavori che sono stati svolti a partire dalla zona del parcheggio della pergola, al parco del Capannone (ndr, bar del paese), fino alla ristrutturazione del comune. La maggior parte dei lavori è stato frutto di finanziamenti e ora abbiamo spazi piacevoli e frequentati”.

“La funivia è un punto di accesso fondamentale soprattutto per incentivare il turismo – ribatte lo sfidante Caprani – ma non bisogna dimenticarsi dei pigresi e che c’è anche una strada che non viene risistemata da decenni e necessita di un intervento pesante. Vogliamo inoltre posizionare dei semafori intelligenti nella strettoia di Blessagno, con la collaborazione del comune”.

Giovanni Balabio

Un problema importante è sicuramente quello dei parcheggi: “È un argomento molto serio da affrontare – osserva Balabio – stiamo valutando come potenziare le attuali aree di sosta”.

“Negli ultimi anni sono sensibilmente diminuiti con le operazioni che sono state fatte – dice dal canto suo Caprani – vogliamo costruire, in collaborazione con Argegno, una zona apposita a valle della funivia. Abbiamo visto le disponibilità e parlato con tecnici: è un intervento possibile”.

Un tema molto caldo è anche quello della pulizia del paese, spesso al centro delle polemiche: “Vogliamo verificare il contratto dello stradino e aumentare le ore per permettergli di lavorare in maniera efficace – propone Caprani – oltre che aggiungere nuovi cassonetti”.

“L’addetto alle pulizie è in prova e sta svolgendo un ottimo lavoro – puntualizza invece Balabio – stiamo valutando un nuovo contratto per permettergli di lavorare più tempo possibile”.

Claudio Caprani

Questione di rilievo è quella della sicurezza, soprattutto nel centro storico: “Vogliamo installare telecamere in tutto il paese – spiega Caprani – oltre che collaborare con le Forze dell’Ordine per la sicurezza dei cittadini”. Simile l’idea di Balabio: “Con l’aiuto degli altri comuni vorremmo assumere un vigile”.

Infine la comunicazione è stato un argomento molto dibattuto negli ultimi anni: “La nostra idea è quella di pubblicare ogni 6 mesi un giornalino – propone Balabio – nella quale vengono presentati i progetti realizzati”. Diverse le proposte di Caprani: “Vogliamo ritrovare il rapporto con i cittadini e capire cosa serve in una realtà così piccola. Organizzeremo incontri con la popolazione ogni 2/3 mesi oltre che potenziare il sito web e creare un gruppo social nella quale pubblicare le novità e i progetti del comune”.

Gli altri progetti delle liste sono numerosi. “Futuro per Pigra” del sindaco uscente propone inoltre: utilizzo della Cooperativa (struttura ora inutilizzata) come centro culturale, riqualifica del centro storico, organizzazione di eventi sociali e sportivi anche per giovani. “Per Pigra” presenta sul suo programma: sfruttamento dell’energia solare su tutto il territorio, installazione di wi-fi comunale e fibra ottica, ed infine promozione del patrimonio storico culturale.

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo