Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità, Politica

Elezioni, quella foto del caffè Minghetti-Veronelli che fa bollire le chat di consiglieri e candidati

Come sempre in questi casi, vige la regola della buonissima fede: quindi probabilmente si tratta di un caffè tra amiche, punto e basta. Però viste le più recenti cronache politiche l’incontro tra le due protagoniste ha una valenza che va oltre il minuscolo gossip, poi è vero sono tecnicamente alleate elettorali della stessa coalizione (per quanto una candidata e l’altra no) ma con qualche fatto pubblico recente.

Fatto sta che l’ex presidente del Consiglio Comunale, ed ex storica di Forza Italia, Anna Veronelli è stata immortalata (abbiamo dovuto ingrandire forzando l’immagine originale: è di spalle ma riconoscibilissima) al tavolino di un bar della città mutata insieme con la candidata sindaco del centrosinistra, Barbara Minghetti

Come noto, dopo l’addio al centrodestra di Veronelli e l’adesione ad Azione di Calenda, quindi per traslato all’aggregazione di centrosinistra, sono seguiti giorni di durissime prese di posizioni nei partiti che sostengono la candidata (su tutti il muro invalicabile levato dai dem Patrizia Lissi e Stefano Fanetti). Così Minghetti infine ha dovuto chiarire: Caso Veronelli, Minghetti mette la parola fine: “Non sarà candidata nel centrosinistra”.

Di voci se ne sono sentite molte circa i possibili accordi elettorali Minghetti-Veronelli, voci che parlavano di incarichi (su tutti quello di Capo di Gabinetto) in caso di vittoria, rumors poco credibili e ancor meno verificabili. Sta di fatto che oggi c’è stato l’incontro. E chissà cosa si sono dette le due, domanda che circola insistentemente in queste ore tra consiglieri e candidati.

Ora, a differenza di altri incontri “segreti” (vedi Alessio Butti, Elena Negretti) questa volta non conosciamo l’autore dello scatto e dunque siamo pronti a certificarne la paternità. Comunque quello che è certo è che il summit informale ha scaldato le chat, fatto fibrillare i confronti e aperto un campo sterminato di congetture e ipotesi da una parte e dall’altra degli schieramenti.

9 Commenti

    1. In effetti c’è da essere orgogliosi vedendo i risultati del sistema “Papeete/Varese” & c. a Como negli ultimi 5 mandati “amministrati” da loro.

  1. I mitici Caso e Cantoni equiparati a novella 3000 ? NOOOOO….!!!!!!!!!
    Caso e Cantoni sono eroi del quarto potere ….
    Sono già stati informati che la Dott.ssa Minghetti ha proposto alla già Presidente del Consiglio Comunale Veronelli un posto importante … Capo di Gabinetto o Presidente di Fondazione Villa Olmo che poi si trasformerà in una Super Fondazione (visti i soldi in arrivo da Milano o dall’Europa…).
    Caso e Cantoni sanno già che la Dott.ssa Minghetti ha proposto alla Avvocato/Avvocatessa Mantovani un posto in Giunta Comunale…
    Ma Caso e Cantoni stanno, da buoni giornalisti in procinto di vincere il Premio Pulitzer 2023, centellinando le notizie gossip come Dagospia…
    Infatti una notizia al giorno …

  2. Osservate l’espressione glaciale della Donna-in-carriera. I suoi occhi rapaci svelano che non avrebbe alcun problema nel cooptare l’ex italoforzuta verso un incarico di peso, dato che il suo obiettivo è conquistare il potere sospinta dalle lobby che contano. Sono i suoi alleati piddini e mimetici analoghi che le hanno imposto il veto per salvarsi la faccia. Un veto dal forte fetore di ipocrisia, considerato che le politiche da loro intraprese per conquistare i voti del centrodestra li hanno resi identici e in qualche caso più a destra degli stessi berlusconiani. A obbiettivo raggiunto, Minghetti si farà un baffo dell’irrilevanza piddina e potete scommettere che premierà la sua collega in carriera riservandole una poltrona adeguata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo