Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Politica

Fanetti (Pd): “Landriscina, il triumvirato, Forza Italia: farsa che fa male a Como”. Siluri a Veronelli

Si moltiplicano a ritmo vertiginoso gli attacchi politici – da parti anche non sospette, vedi qui sotto Fratelli d’Italia – sulla crisi di maggioranza che scuote il centrodestra e la giunta Landriscina.

Molinari (FdI) videomissile a Forza Italia: “Non rispetta la dignità di città e istituzioni”

E questa volta, nel mirino del capogruppo Pd, Stefano Fanetti, non finiscono soltanto gli azzurri ribelli (questa sera, 2 marzo, pressoché sicuri assenti per la quarta volta consecutiva in consiglio comunale) ma anche la presidente dell’assemblea Anna Veronelli (sempre di Forza Italia) e un triumvirato specifico: il sindaco e gli assessori Vincenzo Bella ed Elena Negretti.

“Stasera potrebbere di nuovo essere assente Forza Italia? Nulla di nuovo, l’ennesima prova di una maggioranza di centrodestra ormai sfatta, a pezzi. Una situazione grottesca – attacca Fanetti – Ma sono curioso di vedere e sentire la presidente del consiglio Anna Veronelli, che comunque fino a prova contraria fa ancora parte di quel partito ma sembra sempre più lontana dalle scelte del gruppo e dei vertici (Veronelli non ha mai boicottato le sedute come i colleghi, ndr)”.

“La presidente dica da che parte sta: con gli ammutinati del suo partito o con il resto della maggioranza? – affonda ancora il capogruppo Pd – Nulla di personale, ma non accetteremo mai altre gestioni dell’aula come quella di un paio di sedute fa, quando ha dilatato a suo piacimento gli orari ufficiali pur di aspettare gli assenti. Comportamento inaccettabile, che non tutela né l’assemblea né che vi partecipa come giusto che sia”.

Sulla crisi, Fanetti parla di “situazione grottesca, con uno spettacolo indecoroso che si ripropone a ogni consiglio comunale. Intanto in giunta – prosegue l’esponente dem – pare ci siano due blocchi separati: da un lato il triumvirato Landriscina-Negretti-Bella che decide tutto, dall’altro lato tutti gli altri a occuparsi della propria nicchia”.

“Inoltre – aggiunge – il sindaco ha dimostrato l’assoluta mancanza di senso politico, lasciando incancrenire i problemi senza muovere un dito, senza alcun rapporto con i gruppo consiliari né di maggioranza né di minoranza. E il Coronavirus è un problema reale adesso, certamente, ma il disastro con Forza Italia risale a un anno e mezzo fa”.

Su una crisi definitiva con una fine mandato anticipata, però, Fanetti non crede: “Landriscina non ha il coraggio di lasciare, Forza Italia tira tanto la corda ma alla fine tiene alle poltrone. Una farsa, che fa male solo alla città”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti: