Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità, Turismo

Silicon Valley (d’Intelvi). Alessandro, il 21enne genietto che rivoluziona il turismo con un sito

Spesso si parla dei giovani che, una volta cresciuti, lasciano le loro piccole realtà per addentrarsi in città con milioni di abitanti, dimenticandosi dei paesini che fin da piccoli li hanno cresciuti. Non è così per tutti, Alessandro Luraghi ne è l’esempio. 21 anni, durante gli studi ha aperto un sito turistico – lavalleintelvi.info – ormai è diventato un punto di riferimento fondamentale per la zona. “L’idea mi è venuta nell’estate del 2019 – racconta – grazie a un progetto di mio padre, che molti anni fa iniziò un lavoro simile, poi abbandonato. Da ho costruito il sito e a novembre dello stesso anno ho iniziato a contattare le varie attività. Devo ammettere che fu subito un gran successo!”.

L’idea di Alessandro è molto particolare: “Nel portale non si possono trovare soltanto luoghi turistici, già ben noti, ma anche imprese, posti dove mangiare o dormire e anche aree sportive. L’idea è portare non solo visitatori esterni ma anche benefici a livello economico a tutte le attività. Cerco inoltre sempre di condividere informazioni utili anche per i residenti come i turni delle farmacie o le notizie più importanti. Penso sia fondamentale valorizzare il turismo di prossimità, soprattutto per un territorio come il nostro, in modo tale che il visitatore dalla Lombardia o dal Canton Ticino possa avvicinarsi sempre più alla nostra realtà in crescita”.

I social sono un mezzo fondamentale per il progetto: “Ho creato sia la pagina Facebook sia Instagram che mi permettono, non solo di tenermi a contatto con i follower, ma anche di crescere esponenzialmente nelle visite al sito – spiega Alessandro – con il tempo si è creata una community solida nella quale, a partire dal primo lockdown, vengono condivisi molti contenuti attraverso un gruppo Facebook molto popolare. I social network vengono spesso definiti il futuro, ma in realtà sono già il presente!”.

Insomma, un progetto che sembra procedere a gonfie vele e che non si limita solamente all’online: “Qualche mese fa ho iniziato un merchandising di felpe e adesivi per le attività – racconta – sono andati a ruba in un’ora. Ora sto organizzando un evento in collaborazione con molti ristoranti, che dovranno preparare un menù a tema autunnale con i prodotti tipici della valle, come castagne e funghi”.

 

Una storia molto particolare, soprattutto perché Alessandro giovanissimo è riuscito a creare un ente turistico di riferimento di tutto rispetto: “Per me è stata una vocazione, ho seguito le orme di mio padre – racconta – ho voluto sperimentare appena possibile una nuova esperienza, con la consapevolezza dei rischi e che avrei potuto fallire miseramente. Fortunatamente mi è andata bene, sicuramente anche grazie al suo aiuto”.

Ma Valle Intelvi Info non si ferma qui e cerca di aumentare sempre più la qualità del servizio: “A breve voglio rendere di nuovo disponibile il merchandising con nuovi prodotti come berretti e giacche – conclude – oltre che realizzare in video cartolina che permetta di presentare al meglio la nostra valle”.

L’ARTICOLO CHE HAI APPENA LETTO E’ USCITO SU COMOZERO SETTIMANALE: ECCO DOVE PUOI TROVARLO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo