Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Arancione rafforzato e scuole chiuse, i sindacati dei bancari di Como: “Subito permessi straordinari per accudire i figli”

La protesta monta di ora in ora. La provincia di Como da oggi e, almeno, fino al 10 gennaio è in arancione rinforzato.

Conseguenza diretta, la chiusura di tutte le scuole ad eccezione dei nidi.

Ieri la protesta della Cgil:

Scuole chiuse dal 3 marzo a Como, la Cgil: “Telefonate da decine di famiglie, non sanno come fare”

Oggi intervengono i sindacati dei bancari:

Con la presente lettera vogliamo denunciare le condizioni di grande difficoltà in cui si trovano i lavoratori ed in particolare le lavoratrici delle Banche, in servizio nella provincia di Como.

Come noto, la nuova ordinanza regionale, che rende il nostro territorio in zona “arancione rafforzata”, obbliga la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado con esclusione dei soli asili nido.

Preoccupano in particolare le famiglie con bambini dai tre ai tredici anni che non possono in alcun modo essere lasciati a casa soli.

Chiediamo pertanto che vengano accordati permessi straordinari a quei lavoratori e lavoratrici che, data anche la tempestività della delibera regionale, si trovano nell’impossibilità di accudire i propri figli.

Certi di una Vostra disponibilità vi salutiamo cordialmente.

I segretari provinciali di Como
FABI FIRST/CISL FISAC/CGIL UILCA UNISIN

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab