Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità, Cultura e Spettacolo

Cinema Gloria, lettera appello Arci: “Mancano 80 mila euro per acquistare la sala, c’è un anno di tempo. Altrimenti chiuderemo”

Lettera di fine anno agrodolce quella inviata oggi dallo Spazio Gloria ai soci per fare il punto sull’anno che si sta per concludere e sui progetti in cantiere per il 2022.
Il futuro della sala di via Varesina, infatti, è ancora appeso a un filo dal momento che il 31 dicembre 2022 scade definitivamente la proroga del contratto di affitto concesso dalla proprietà con l’ipotesi, se non verrà raggiunta la cifra necessaria all’acquisto dell’immobile, di una chiusura definitiva dello storico cinema cittadino.

“Abbiamo solo un anno per presentarci all’appuntamento con il capitale necessario ad affrontare l’acquisto in modo concreto – si legge nella lettera ai soci firmata dal circolo Arci Xanadù, che gestisce la sala– come sapete, entro quella data dovremo aver raccolto 80mila euro in aggiunta al capitale di cui già disponiamo, che è di 65mila euro. Se questo non si realizzerà, l’esperienza del progetto Spazio Gloria cesserà, purtroppo non c’è più appello”.

Per non dire addio a questo spazio e alla sua programmazione di qualità amatissima dai comaschi (basti pensare agli indimenticabili Lunedì del Gloria), nei prossimi mesi, quindi, verranno organizzate nuove iniziative che andranno al di là della semplice raccolta fondi, ma che continueranno quello spirito di partecipazione e coinvolgimento attivo degli spettatori già sperimentato in passato: “Nei prossimi mesi, Covid permettendo, metteremo in campo nuove azioni di autofinanziamento perché crediamo che si possa fare, ma c’è bisogno del sostegno di tutti – si legge – non cerchiamo solo donazioni, cerchiamo coinvolgimento, anche se ci rendiamo conto di quanto possa essere difficile, con le preoccupazioni di questo momento, dedicare la giusta attenzione a questa causa. Ma proprio questo momento rende ancora più importante questa causa”.
Nel frattempo, però, grazie a contributi, iniziative e bandi, il Gloria non è stato con le mani in mano: oltre alla sala aperta e alla ricca programmazione per adulti e bambini, l’anno si chiude con il bilancio in pareggio (un mezzo miracolo visti i tempi bui per le sale cinematografiche) e interventi migliorativi come il rifacimento di una parete esterna, il nuovo impianto di illuminazione di emergenza, l’acquisto di un proiettore per esterni e l’assunzione di una nuova persona ad affiancare il nutrito gruppo di volontari che sono le colonne portanti di Xanadù.

Per aderire alla campagna di raccolta fondi “Manchi tu nell’aria” e scoprire la programmazione dello Spazio Gloria visitate il sito spaziogloria.com

2 Commenti

  1. Ok ma poi?
    Se anche si arrivasse agli 80 mila euro necessari per acquistare l’immobile, poi quale sarebbe il piano e quali altri lavori/soldi sarebbero necessari?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo