RADIO COMOZERO

Ascolta la radio
con un click!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Attualità

Città dei Balocchi a Cernobbio svela il programma: “Alberi canterini, torre parlante, videomapping, pista e mercatino”. Monti: “Piano del traffico in arrivo”

Un gruppo di alberi canterini prenderà “vita” trasformandosi in voci narranti all’interno del magico bosco creato a Villa Erba, illuminata sia verso il parco che verso il lago. Spazio poi a un videomapping che farà parlare la torre. Tornerà la pista di pattinaggio sul ghiaccio, vista lago, e il mercatino di Natale “originale” della Città dei Balocchi con molti espositori che hanno scelto di riconfermare la loro presenza nella nuova location di Cernobbio. Questa 29esima edizione della “Città dei Balocchi – Lake Como” ha infatti trovato casa, come noto, nel comune rivierasco.

Non solo all’interno del parco di Villa Erba, che aprirà gratuitamente al pubblico per la prima volta dal 1986, ma anche in Riva, nel borgo a Villa Bernasconi e nelle frazioni di Piazza Santo Stefano e Rovenna. Insomma tante le novità.

Chiaro l’intervento di Daniele Brunati, il patron della manifestazione (e editore di questo giornale): “Non vogliamo fare polemiche ma creare qualcosa di bello per le famiglie e i bambini. Su quanto è stato detto e scritto (qui tutti gli approfondimenti e le recenti questioni), a volte con toni polemici che non mi si addicono, vorrei però dire innanzitutto che la Città dei Balocchi in 28 anni a Como ha creato un indotto da oltre 20miloni di euro, ha portato turisti e dato visibilità internazionale. Abbiamo fatto lavorare molte aziende comasche. E queste sono verità – spiega Brunati – Adesso inizia una nuova fase, un nuovo sogno qui a Cernobbio dove siamo stati accolti benissimo. E alla città capoluogo e al sindaco voglio solo dire che noi gli lasciamo in eredità tanti anni di lavoro e toccherà a lui mantenere alta la qualità e soprattutto lasciare i bimbi a bocca aperta. E infine Rapinese deve anche sapere che il lago di Como non è di sua proprietà, Cernobbio ha il suo pezzo e Como altrettanto così come tutti gli altri splendidi paesi sulle rive. E a tal proposito, proprio per sottolineare la magia e la bellezza del nostro lago, il nuovo brand è “Città dei Balocchi – Lake Como”, capace di richiamare interesse mondiale”. Il calendario degli appuntamenti non è ancora definito integralmente ma si sta lavorando “e oltre a quanto già realizzato, aspettatevi almeno altre 6 sorprese”, dice Brunati.

L’inaugurazione del parco di Villa Erba è prevista mercoledì 7 dicembre alle ore 17 con l’accensione del Magic Light Festival. Giovedì 8 dicembre, festività dell’Immacolata, si accenderanno l’albero di Natale, Villa Bernasconi e le illuminazioni del Borgo, in concomitanza con la tradizionale festa in via 5 Giornate “A spasso con Babbo Natale” organizzata dall’Ass. Amici di Cernobbio. Si chiude l’8 gennaio.

Il sindaco di Cernobbio Matteo Monti ha voluto subito puntualizzare alcuni dei temi caldi, a partire dall’impatto sulla viabilità che potrà avere la manifestazione cernobbiese. “Stiamo lavorando a un dettagliato piano del traffico, insieme anche ad Asf, alla Navigazione e Autostrade. Piano che definiremo e presenteremo a breve perché siamo consapevoli delle possibili ripercussioni”. Sulla manifestazione è invece grande la gioia. “Dal 1986 ad oggi il parco di Villa Erba non era mai stato aperto, solo questo è motivo di orgoglio. Nostro obiettivo è rilanciare il turismo sul lago, far divertire i bimbi e le famiglie che vorranno venire qui a Cernobbio sul lago di Como che non è di proprietà del sindaco Rapinese”.

In perfetta armonia con la natura sarà il Natale Pop delle performance artistiche che saranno realizzate da Fabrizio Musa, Andrea Greco, Massimo Malacrida, coordinati da Chiara Rostagno, curatrice di Palazzo Litta a Milano. Tantissime dunque le idee per questo nuovo inizio su cui è intervenuto anche Alessandro Tessuto, presidente di Amici di Como. “Voglio ringraziare Alessandro Rapinese per averci permesso di venire qui a Cernobbio dove siamo stati accolti con entusiasmo. Per quanto riguarda l’affermazione del sindaco che diceva come le 150 imprese di Amici di Como avessero preferito aderire a un’iniziativa che sembra voler distruggere il Natale della città di cui l’associazione porta il nome (i fatti), bene mi permetto solo di sottolineare che gli Amici di Como negli anni sono stati promotori di tantissime azioni a favore della città, dalla riapertura della passeggiata a lago, alla ristrutturazione della fontana di Villa Geno, al monumento di Libeskind fino ai lavori in una navata del Duomo di Como. Ora che si è aperta questa nuova strada il mio sogno sarebbe quello di poter far si che la Città dei balocchi si espandesse lungo tutta la sponda del lago fino a Tremezzina”.

A fare gli onori di casa infine il presidente di Villa Erba Spa, Filippo Arcioni “Siamo onorati di aver stretto questa proficua collaborazione. Lo statuto di Villa Erba prevede, vorrei ricordarlo, che si faccia quanto possibile per la promozione turistica e ricreativa a vocazione lacuale. Questo è sicuramente un progetto degno di nota e Villa Erba aprirà per la prima volta il parco al pubblico. Non cerchiamo polemiche ma puntiamo a buoni risultati e, se proprio devo fare una battuta, allora potrei dire che Clooney quando ha comprato casa sul lago di Como sappiamo dove è andato”.

QUI LA PRESENTAZIONE COMPLETA DEGLI EVENTI
Una nuova grande avventura è in vista per il Comune di Cernobbio che ha accolto con intraprendenza ed entusiasmo Consorzio Como Turistica e Città dei Balocchi, che quest’anno per la 29°edizione cambia location. Dopo due anni difficili di forti restrizioni e impedimenti, Cernobbio riparte con coraggio da questa Manifestazione che anche in questa edizione non cambia la sua filosofia di evento natalizio capace di regalare momenti di emozione, sogno, divertimento, spettacolo, cultura, enogastronomia, educazione, arte e solidarietà.

Dal 7 dicembre 2022 all’8 gennaio 2023 la città di Cernobbio diventerà il luogo dove vivere l’atmosfera di gioia e serenità di un Natale sul Lago.
Partendo dalla storia e dall’esperienza che l’hanno fatta diventare l’evento più importante del periodo natalizio, Città dei Balocchi porterà nel Borgo, in Riva, nel parco di Villa Erba, a Villa Bernasconi e nelle frazioni di Piazza S. Stefano e Rovenna qualcosa di nuovo e ancor più originale rispetto al modello copiato in tutta Italia.

L’inaugurazione del Parco di Villa Erba è prevista mercoledì 7 dicembre alle ore 17.00 con l’accensione del Magic Light Festival.
Giovedì 8 dicembre, festività dell’Immacolata, si accenderanno l’albero di Natale, Villa Bernasconi e le illuminazioni del Borgo, in concomitanza con la tradizionale festa in via 5 Giornate “A spasso con Babbo Natale” organizzata dall’Ass. Amici di Cernobbio.

Tra la magia delle luci e dei suoni, il Parco di Villa Erba si trasformerà in parco delle sorprese, a ingresso gratuito, popolato da installazioni natalizie e personaggi fiabeschi dalle molteplici voci.
Il pubblico troverà un gruppo di alberi parlanti e un coro di alberi canterini che prenderanno “vita” trasformandosi in voci narranti e cantanti, meraviglia e stupore assicurato per tutti!
Villa Erba verrà illuminata sia verso il parco che verso il lago e un videomapping farà parlare la torre che racconterà la storia di un personaggio che qui ha vissuto e ha sognato.

In perfetta armonia con la natura sarà il Natale Pop delle performance artistiche; stanno lavorando con grande entusiasmo gli artisti che hanno confermato la loro collaborazione con Città dei Balocchi a Cernobbio, Fabrizio Musa, Andrea Greco, Massimo Malacrida, coordinati da Chiara Rostagno, curatrice di Palazzo Litta a Milano. Per questo Natale gli artisti lavorano su un duplice registro: da un lato, attraverso un tributo all’idea del POP oggi, con particolare riguardo per manifestazioni artistico-culturali che guardano al Natale attraverso iconografie che sappiano parlare e essere familiari a tutti; dall’altro, attraverso un gioco di proiezioni d’arte sulla natura e nella natura che sappiano dare un nuovo senso al concetto di natura naturata (cioè di rapporto tra l’opera dell’uomo e della natura).

Grazie alla partnership con Fondazione Minoprio che quest’anno festeggia i 60 anni della Scuola, verrà ideato un percorso didattico sui temi della sostenibilità alimentare e sulla stagionalità e sulla territorialità dei prodotti. Verranno realizzati un mondo e un tunnel illuminato con all’interno una mostra: una serie di pannelli con la rappresentazione grafica delle produzioni a livello mondiale con la storia dalle origini con le principali coltivazioni, la sostenibilità alimentare e una mostra pomologia di agrumi.
All’interno del Parco di Villa Erba troverà spazio anche il Mercatino di Natale “originale” della Città dei Balocchi, con molti espositori che hanno scelto di riconfermare la loro presenza nella nuova location di Cernobbio. Le tipiche casette in legno dallo stile nordico si armonizzeranno fra i colori e le essenze del prato e degli alberi creando una un’atmosfera accogliente e suggestiva pervasa da antiche e intramontabili tradizioni.

Città dei Balocchi è sempre stata molto attenta al tema della solidarietà e anche quest’anno alcuni spazi del Mercatino, come consuetudine da 28 edizioni, ospiteranno gratuitamente associazioni di volontariato e del terzo settore che potranno proporre ai visitatori le loro attività. Abbiamo già avuto conferma di adesioni da parte di alcune realtà importanti e altre si stanno aggiungendo.

Il Parco ospiterà alcune attrazioni come la Pista di pattinaggio sul ghiaccio che permetterà di pattinare ogni giorno vista lago, una esclusiva per Città dei Balocchi. Altre attrazioni sono in via di definizione fra cui una prima assoluta che permetterà di fare un viaggio fantastico fino a Rovaniemi.

I bambini troveranno anche i trampolieri e i giocolieri di Allincirco e gli elfi di Teatro in Centro e nei giorni della Vigilia di Natale e dell’Epifania incontreranno Babbo Natale e la Befana nel Parco e nel Borgo di Cernobbio.

Quest’anno torna il Progetto Scuola che permette agli alunni delle scuole, dall’infanzia alle medie, di sperimentare gratuitamente momenti educativi, didattici e ludici. Laboratori e attività coinvolgeranno anche Villa Bernasconi, i centri civici delle frazioni e troveranno spazio in una grande tensostruttura all’interno del Parco di Villa Erba dove ogni giorno il pubblico potrà assistere a spettacoli di vario genere destinati a famiglie e bambini.

Un’altra conferma è Natale in Divisa con le Forze dell’Ordine che saranno sia nel parco della Villa che sul lungolago pedonale in Riva in piazza Risorgimento. Città dei Balocchi ha visto l’entusiastica adesione di Amici di Como in qualità di main sponsor insieme a tanti altri sostenitori. Collaborazioni di prestigio con il Teatro Sociale di Como; Blu Notte; lo IATH di Cernobbio; il Calcio Como e con tante altre realtà che si stanno aggiungendo.

Il Comune di Cernobbio con Città dei Balocchi partecipa al progetto di promozione turistica “Il Natale dei Laghi” che metterà in rete gli eventi natalizi delle quattro città di Varese, Lecco, Lugano e Cernobbio, che sono tutte connotate dalla presenza di laghi come elemento caratterizzante del territorio. C’è ancora quasi un mese prima dell’inaugurazione, abbiamo ancora tante novità che si stanno concretizzando in questi giorni. Verranno svelati al prossimo incontro con la stampa insieme ai dettagli del piano della viabilità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

6 Commenti

  1. Felicetto di nome ma poco di fatto. Mi hai fatto sorridere con il termine”l’indegna baracconata” ahahahah.
    Comunque è vero! Hai ragione! Da dove passeranno per andare a Cernobbio?
    Il nostro Comune di Como si attivi per chiarimenti. Già abbiamo una città caotica in tempi “normali” come traffico ci metti una vita ad attraversare la città.
    E’ preoccupante. Però non auguriamoci il peggio daiiiiii sù!
    Chiariamo o dovremo restare intrappolati per ore in auto o uscire solo a piedi.
    Ragazziiii non scherziamo! Lasciateci passare (noi che viviamo a Como) le feste in pace!
    Alberi parlantiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!

  2. Mi auguro che l’indegna baracconata degli alberi canterini e della torre parlante blocchi il traffico veicolare sulla Regina per settimane e renda l’aria irrespirabile, mettendo in fuga per sempre i turisti.

  3. Mai un bel presepe vivente o presepi in mostra…o l’arrivo dei magi magari via lago…troppo religiosa la tradizione italiana?

    1. Troppo “normale” !
      Vuoi mettere con il trionfo kitch della torre parlante ed alberi canterini ?!?!
      Hanno una reputazione e stile che devono mantenere…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo