Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Coronavirus – Lombardia: si fa concreta l’ipotesi del coprifuoco totale. Gallera e Fontana: “Altri 15 giorni così non li reggiamo”

Serpeggiava da ore, adesso è confermato. Regione Lombardia sta seriamente ragionando sull’ipotesi di un coprifuoco totale per limitare al massimo la diffusione del Coronavirus.

Coprifuoco che chiuderebbe tutto dalle attività ai negozi tranne gli alimentari e le farmacie, con il trasporto pubblico portato alla soglia dell’essenziale.

La conferma è arrivata stamani dall’assessore al Welfare, Giulio Gallera ospite di Agorà, trasmissione di Rai3.

QUI LA PUNTATA

“Abbiamo già chiesto e pensato di chiudere i negozi, perché se io esco per andare a lavorare non posso fermarmi a fare shopping. Ma forse è arrivato anche il momento di inasprire ancora di più le misure”, ha detto in diretta. “Ci siamo resi conto che il cittadino spesso non ha capito, sabato i parchi erano pieni”.

Poi ha precisato: “Chiudere per quindici giorni interamente almeno la Lombardia può servire a ridurre, o bloccare, la diffusione del virus, lo dicono gli esperti. Perché noi altri 15 o 20 giorni con una crescita così forsennata delle persone nei Pronto Soccorso e nelle Terapie Intensive non li reggiamo, non li regge la Lombardia e non li regge l’Italia”.

“Regione Lombardia sta riuscendo per ora a tenere testa a tutte  le necessità, però non possiamo resistere ancora per molto tempo”.

Euronews 09/03/20

❌ Dall'inizio dell'emergenza sono convinto che purtroppo siano necessari sacrifici, anche più importanti, da ciascuno di noi e con la volontà di osservare regole anche più stringenti si possa superare questa situazione. Fermiamolo insieme.

Pubblicato da Attilio Fontana su Martedì 10 marzo 2020

CORONAVIRUS TUTTI GLI AGGIORNAMENTI DA COMO, LOMBARDIA E TICINO

 

3 Commenti

  1. Purtroppo sono moltissime le persone che non hanno ancora capito la gravità della cosa.
    Sono d’accordo con Cinzia Calabrò x la spesa fatta online e consegnata a casa, questo ridurrebbe di molto eventuali contagi.
    E ribadisco il “PURTROPPO” ma a questo punto credo e spero vivamente nella chiusura di TUTTO IL POSSIBILE x il tempo che serve e l’intervento da parte dell’ esercito italiano e le forze dell’ordine mettendo in atto un coprifuoco.
    Dato che le persone chiaramente se ne stanno altamente fregano delle restrizioni violando così le leggi stabilite, posso solamente dire ciò:
    Non è giusto AMMALARSI e magari anche MORIRE x il menefreghismo altrui.

  2. Da “usciamo di casa” a “restate a casa” ora si vorrebbe “blocchiamo tutto”. Diamo tempo alle nuove normative di produrre risultati utili…L’importante é applicare le normative in vigore senza furbizie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab