RADIO COMOZERO

Ascolta la radio
con un click!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Attualità

Coronavirus, il sindaco Mazza sbotta: “Corsette, passeggiate: egoisti e irresponsabili. State a casa, vi prego”

(foto di copertina, ovviamente, d’archivio)

I sindaci di tutta la provincia di Como si stanno dannando l’anima per convincere la gente (ancora troppo numerosa, evidentemente) a non uscire di casa. Appelli, richiami, messaggi, avvisi: le stanno provando tutte.

Oggi – appellandoci a tutti i primi cittadini che volessero “usare” Comozero per diffondere ancora il messaggio – prendiamo come spunto l’accorato appello del sindaco di Carlazzo, Antonella Mazza, che pare piuttosto incisivo. E che rilancia l’appello video del presidente della Regione, Attilio Fontana, con cui Mazza peraltro da tempo è in rapporti diretti.

STATE A CASA, L'APPELLO DEL GOVERNATORE FONTANA

#Coronavirus +++ STATE A CASA +++ L'APPELLO DEL GOVERNATORE Attilio Fontanahttps://www.lombardianotizie.online/coronavirus-rigore/

Pubblicato da Lombardia Notizie Online su Martedì 17 marzo 2020

Lo riproduciamo tale e quale, nell’auspicio che possa avere l’effetto dissuasore che serve e che ancora manca.

Comunicazione importante: NON SIAMO IN VACANZA !!!!

Parecchi di voi non l’hanno ancora capito,

mi stanno segnalando che molte persone sono in giro per i boschi a tagliare legna, ma non comprendete che se vi fate male devono intervenire i sanitari ?

Non siate egoisti, gli ospedali sono già al collasso, statevene in casa !!!!!

Idem quelli che vanno a fare la corsetta o la passeggiata sulla pista ciclabile, non siate irresponsabili. Quando forse ritornerà la normalità potrete fare tutti i lavori che vorrete all’aperto, tutte le corsette e le passeggiate. Ma ora vi prego STATE A CASA!!!!

Nei comuni limitrofi purtroppo si sono già verificati dei decessi, il virus corre quindi l’unico modo per fermarlo è stare in casa e limitare le relazioni sociali.

Ascoltatemi vi prego !
Grazie!
Il vostro Sindaco

CORONAVIRUS: TUTTI GLI AGGIORNAMENTI DA COMO, LOMBARDIA E TICINO

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento

  1. A mio parere il problema non sono le passeggiate o i giri in bici, sono ad esempio quelle coppiette che si frequentano e stanno insieme, poi lei torna a casa dalla sua famiglia con magari fratelli e sorelle e lui va a fare la spesa per gli anziani genitori: e il virus circola per questi irresponsabili!
    Se uno invece fa la sua passeggiata da solo senza incrociare nessuno, mi dite che problema c’è?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo