Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Ambiente, Attualità

Mistero e rabbia a Lurago d’Erba, chi ha abbattuto la meravigliosa quercia secolare? Il Comune: “Ricerche in corso”

Abbattuta, senza permessi, una quercia secolare a Lurago d’Erba nel parco Zoc del Peric e si cerca il responsabile. È accaduto qualche tempo fa e adesso il parco sovracomunale ha perso uno dei suoi punti più significativi.

La sorpresa è stata forte “anche perché l’albero era appena stato inserito come elemento naturale nella nuova cartina del Plis (parchi locali di interesse sovracomunale). Come può essere accaduto? Era stata concessa l’autorizzazione al malaugurato taglio?”, queste le domande del che si sono poste le associazioni del territorio, il Circolo Ilaria Alpi, le Contrade e Calnach, che hanno inoltrato una richiesta di chiarimenti al Comune di Lurago d’Erba, sul cui territorio si trovava la pianta.

“L’Ufficio tecnico ha risposto che non ha concesso alcuna autorizzazione e che sono in corso delle verifiche per risalire alla proprietà del terreno e accertare se qualche altro ente ha concesso tale autorizzazione. Auspichiamo che episodi del genere non si ripetano”, spiegano. Intanto rimane sospesa una domanda, più che legittima: perché?

QUI – PAGINA FB UFFICIALE DEL PARCO – TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

 

3 Commenti

  1. Con tanta gente che non si fa mai gli affari propri quando veramente servirebbe il contributo di tutti per salvaguardare l’ambiente non c’è mai nessuno che veda o che riprenda con un telefonino, eppure l’abbattimento e il recupero del legname non è cosa da 5 minuti. Spero ci siano telecamere da visionare sulle strade per individuare almenno il trasportatore.

  2. e sì, sicuramente… in ogni caso, perché non si preoccupano più dei problemi ben più importanti che affliggono quotidianamente la gente comune… in questo Paese emergono tutte le ONG che esistono e per avere, chissà con che cosa interesse reale e comandato da quale potere oscuro proMafia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo