RADIO COMOZERO

Ascolta la radio
con un click!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Attualità

‘Natale dei laghi’, Como invitata ma non ha risposto. L’alleanza turistica e culturale tra Cernobbio, Lecco, Varese e Lugano

Nasce il “Natale dei laghi”, senza Como. È realtà infatti l’alleanza tra Cernobbio, Lecco, Varese e Lugano per avviare un percorso condiviso su cultura e turismo. E il primo atto sarà proprio questa unione tra la Lombardia e Svizzera per le festività natalizie. Le quattro realtà hanno deciso di mettere in rete eventi ed esperienze nei diversi territori. L’obiettivo è creare un filo rosso tra gli spettacoli natalizi e i grandi eventi in programma tra dicembre e gennaio nelle quattro città, che sono tutte connotate dalla presenza di laghi come elemento caratterizzante del territorio.  Inevitabile però non notare l’assenza di Como. A sdrammatizzare è intervenuto il sindaco di Lecco Mauro Gattinoni. “Evidentemente il ramo giusto del lago di Como è quello lecchese”, ha detto. Nella sostanza però si è cercato di prendere contatto con il Comune di Como ma non sono arrivare risposte.

Rapinese: “Lecco, Varese e Cernobbio non hanno laghi, ecco perché non abbiamo partecipato al Natale con loro”

Tornando all’iniziativa le quattro città faranno squadra per comunicare reciprocamente gli eventi in programma. A partire da quest’anno per poi essere sviluppate nei prossimi anni verranno avviate delle azioni mirate, come contest fotografici sui canali social delle rispettive città, la creazione di un sito web con le iniziative e gli eventi natalizi delle quattro città, la realizzazione di materiali promozionali condivisi e la creazione di postazioni informative all’ingresso delle principali attrazioni.

Un insieme di attività che inoltre fa da preludio a una promozione del turismo culturale, legato all’intrattenimento e al turismo di prossimità da declinare anche nei prossimi anni, con l’obiettivo di valorizzare tutta l’area. Una sinergia dunque che parte quest’anno ma proseguirà nei prossimi anni con l’idea di allargare il progetto anche ad altre città vicine.

La 29ª edizione della Città dei Balocchi si svolgerà a Cernobbio. Si tratta di un evento emblematico e irrinunciabile per il Lago di Como, organizzato dal Consorzio Como Turistica grazie al sostegno di Amici di Como, che quest’anno cambia location per animare la città di Cernobbio. Per la prima volta il parco di Villa Erba si vestirà completamente a tema, così come il parco di Villa Bernasconi. Tante le attività che si svolgeranno dal 7 dicembre all’8 gennaio per un mese di festa che coinvolgerà anche le frazioni del borgo del primo bacino del Lario.

“Il sogno di Natale per Cernobbio si sta realizzando: la 29ª edizione della Città dei Balocchi arriverà in città dal 7 dicembre 2022 all’ 8 gennaio 2023. Si tratta della più grande e longeva manifestazione a tema natalizio del territorio e siamo davvero entusiasti di poterla ospitare – dice il sindaco di Cernobbio Matteo Monti, che aggiunge – Tra i luoghi principali che saranno animati dalla manifestazione: Villa Erba e il suo parco, Villa Bernasconi e il suo giardino, piazza Risorgimento borgo, la strettoia e le frazioni” – dichiara il sindaco di Cernobbio Matteo Monti.

A Varese il parco di Palazzo Estense sarà il palcoscenico del Giardino dell’Incanto, un grande spettacolo di luci realizzato dallo Studio Festi, la compagnia artistica internazionale che porterà architetture di luce e scenografie spettacolari nel parco, mentre sulla facciata del palazzo storico sarà proiettato un video racconto realizzato con le storie scritte dai bambini delle scuole primarie della città. Nella piazza Montegrappa ci sarà inoltre il tradizionale mercatino con i prodotti d’artigianato locale e nazionale.

“La messa in rete di eventi ed esperienze legate al Natale è il primo passo per una promozione delle nostre città all’interno di un’area più ampia – dichiara il Sindaco di Varese Davide Galimberti -. L’obiettivo è quello di rafforzare il posizionamento dell’area geografica dei laghi facendo leva anche su tutti gli aspetti culturali, sportivi e di intrattenimento che possono legare i territori di queste zone. Il Natale è uno dei momenti che meglio può offrire l’opportunità di coinvolgere un pubblico ampio attraverso la promozione di un percorso da visitare a tappe nelle diverse città, per conoscere e apprezzare i grandi eventi e spettacoli che animeranno parchi e centri storici”.

Dal primo dicembre a Lugano allestirà il tradizionale albero in Piazza della Riforma, con tanti i momenti da vivere in compagnia dei mercatini natalizi che animeranno le strade del centro città, la gastronomia, la musica dal vivo, le proposte di animazione, i festosi addobbi natalizi e l’attesa Festa di Capodanno in piazza. Anche il Parco Ciani si accenderà di magia, ospitando il Bosco Incantato con tanti angoli di luce da scoprire. Una magia da vivere anche grazie alle divertenti iniziative digitali con cui si potranno vincere fantastici premi.

“Stiamo tutti vivendo un periodo non facile, quindi quello che ci guida – dice il Sindaco di Lugano Michele Foletti – è il desiderio di dare il nostro contributo per creare in città un’atmosfera che consenta alla popolazione e ai visitatori di immergersi per qualche ora nel tradizionale spirito natalizio. Lugano sarà addobbata a festa, pur con qualche accorgimento dovuto alla contingenza energetica, e non mancheranno animazioni e proposte conviviali. Allargare la magia e lo scambio al territorio insubrico dei laghi è per noi una continuità naturale sia per contingenza geografica, sia per un”impronta culturale affine. Il lago è l’elemento naturale che funge da elemento di apertura per tutte le nostre città”.

Anche a Lecco il Natale si animerà con tanti eventi tra luci sulla città, il villaggio per le famiglie, la pista di pattinaggio ed eventi musicali. “Promuoviamo un mix di colori ed esperienze per incentivare i turisti a scegliere non solo la Lombardia e non solo una città ma tutta l’area dei laghi tra Varese, Como e la Svizzera: Lecco è pronta a fare la sua parte per emozionare con la magia del Natale sul lago, puntando su proposte per le famiglie in grado di animare le piazze del centro, la passeggiata sul lungolago e lo spazio eventi della Piccola. Ci muoviamo in sinergia con Varese, Lugano e Cernobbio con l’obiettivo di allargare questa collaborazione e contribuire così a prolungare anche nel periodo invernale l’attenzione turistica verso la nostra città” – ha detto il sindaco di Lecco, Mauro Gattinoni.

Ecco come saranno le luminarie di Natale a Como: tutte le vie. Appalto da 126mila euro

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

7 Commenti

  1. Perché Como non ha accettato l’invito? È stato recapitato nell’ufficio di Rapinese Sindaco ma LVI era all’ufficio Tributi? Si è perso nei corridoi dopo il nuovo efficiente layout progettato dal nuovo Assessore alle Risorse Umane? L’hanno lasciato nel sottoscala affacciato al cortile dove Rapinese Sindaco aspetta i cittadini ma LVI stava cercando di capire come funziona il parcheggio a prenotazione? Se invece avesse deliberatamente rifiutato l’invito, le domande sarebbero altre. Perché? Quali vantaggi ha avuto a non partecipare? E quali svantaggi avranno i cittadini? Mah…..

    1. Stava solo predisponendo un bando per la ricerca di un soggetto sul territorio nazionale da incaricare per andare in Posta ad inviare una raccomandata di risposta.

  2. Spero arrivi presto l’Epifania così si tornerà a pensare alle vere necessità ed urgenze della città di Como.
    Città che , piaccia o no a qualcuno, riuscirà a tirare avanti anche senza i balocchi !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo