Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Rebbio, il dono di Sardine e Como Accoglie: “A don Giusto i 170 kg di cibo raccolti domenica”

Che fine ha fatto il cibo in scatola che le Sardine hanno portato domenica scorsa al punto di raccolta allestito da Como Accoglie? La risposta è arrivata oggi da Antonella Topputo, una delle organizzatrici dell’evento di piazza Vittoria e tra i gestori della pagina Facebook del movimento.

Due giorni fa, durante il raduno sotto la statua di Garibaldi, era già emerso che erano stati raccolti circa 170 kg di alimenti. Ed è Topputo che informa della destinazione finale, sempre tramite canale social delle Sardine comaschi.

“Sono stati donati a Don Giusto (il parroco di Rebbio, come noto attivissimo sul fronte dell’accoglienza ndr) – spiega l’organizzatrice – che aveva fatto un appello perchè ne aveva bisogno. Grazie a tutti in particolare a Como Accoglie che si è resa disponibile alla raccolta”.

Ecco l’agnello di Dio. Don Giusto da Rebbio: tra vangelo, migranti e Salvini. Con galline

TAG ARTICOLO:

12 Commenti

  1. Gisella aiuta allora anche me che sono italiano in cerca di lavoro, e’ facile sparare sentenze senza riflettere.

  2. Don Giusto aiuta a qualunque abbia difficoltà persone bisognosi anziani e famiglie senza vedere nazionalità, colore ecc. È un grande essere umano.

  3. ma perché sparate a zero?Andate a visitare la realtà che si vive da Don Giusto…
    mi dispiace essere sommersa da tanto lavoro e non potermi rendere utile.Vi assicuro che dal punto di vista umano c’è da imparare tanto

  4. MA UNA RACCOLTA PER GLI ANZIANI O LE FAMIGLIE IN DIFFICOLTÀ, MAI??
    FATE SCHIFO.
    BASTA ACCOGLIENZA A QUESTI LAZZARONI.

    1. Don Giusto non discrimina nessuno. La parrocchia di Rebbio, come del resto tutte le parrocchie, aiutano famiglie e anziani in difficoltà. Non comprendo il post.

    2. Se tu ti informassi sapresti anche che don giusto raccoglie non solo per migranti ma anche per tutti i difficoltosi e anziani di rebbio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti: