RADIO COMOZERO

Ascolta la radio
con un click!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Attualità

Comitato per l’ordine e la sicurezza sull’Olgiatese. Il prefetto: “Controlli congiunti straordinari”

Il Prefetto Andrea Polichetti ha riunito stamattina nella sala consiliare del Comune di Olgiate Comasco il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica. Presenti, oltre ai vertici delle Forze dell’ordine il Sindaco del Comune di Olgiate Comasco Moretti, il Questore Biagioli, il Comandante provinciale dei Carabinieri Colonnello Colizzi, il Colonnello Bonatesta per la Guardia di Finanza e altri undici Comuni dell’area olgiatese: Olgiate Comasco, Albiolo, Beregazzo con Figliaro, Binago, Bizzarone, Castelnuovo Bozzente, Colverde, Faloppio, Rodero Ronago, Uggiate Trevano e Valmorea, rappresentati dai rispettivi amministratori.

Lo scopo era conoscere in diretta le necessità e i bisogni connessi alla domanda sociale di sicurezza dei cittadini, in ascolto dei Sindaci e degli amministratori del territorio olgiatese.

Nel corso dell’incontro, il Prefetto ha evidenziato ai rappresentanti locali la necessità di una forte alleanza tra Stato e territori locali per prevenire la criminalità in ogni sua forma: la situazione, nel complesso, per il territorio dell’olgiatese, mostra una generale flessione del numero dei reati predatori denunciati (furti in abitazione, furti in esercizi commerciali, rapine, stupefacenti) considerata la variazione percentuale negativa nel raffronto tra i due anni 2022/2019 (epoca anteriore al covid/19) che, per il solo Comune di Olgiate Comasco, registra una flessione dei reati del -20,47 %.

Il Prefetto ha rimarcato comunque l’urgenza che “per realizzare sempre più efficacemente il bene giuridico della sicurezza le Forze di polizia, le Polizie locali e tutte le Istituzioni coinvolte cooperino in modo coordinato”.

Pertanto, i servizi straordinari di controllo del territorio delle Forze di polizia, anche in forma congiunta con le Polizie locali, proseguiranno e si concentreranno in particolare sulle attività di contrasto dello spaccio di stupefacenti, in prossimità e all’interno delle aree boschive dell’olgiatese – anche attuando, come avvenuto di recente, iniziative di controllo e vigilanza concordate e attuate con i territori provinciali confinanti – oltre che sulla prevenzione dei furti.

Villa Guardia, furti di rame e allarme ladri. Il sindaco: “Così sfuggono alle telecamere. Incontrerò il prefetto”

In aggiunta al tema sicurezza il Prefetto ha richiamato l’attenzione dei Comuni intervenuti sulla necessità di dotarsi o di aggiornare il Piano comunale di Protezione civile. Ha precisato che “è opportuno che gli eventi emergenziali collegati ai cambiamenti climatici in corso non trovino impreparato il territorio. I servizi di emergenza e gli interventi di primo soccorso, che potranno all’occorrenza essere attuati, devono necessariamente tenere conto delle vulnerabilità e dei rischi di ciascun territorio comunale da pianificare nella specifica pianificazione comunale”. Con le pianificazioni comunali, l’attività del Centro Coordinamento Soccorsi (CCS), operativo presso la Prefettura, potrà risultare più tempestiva e efficace.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo