Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Terza linea forno Acsm, presidio a Grandate giovedì: “Sosteniamo la mozione per il no”. E appello a Casnate

Come abbiamo già raccontato la vicenda legata alla possibile realizzazione della terza linea del termovalorizzatore Acsm-Agam (leggi tutte le cronache) non agita solo le acque di Como, si è mossa la politica anche a Grandate, qui i dettagli: Terza linea del forno Acsm Agam, il no approda anche a Grandate. Mozione di Dario Lucca.

Ebbene, oggi è arrivato l’annuncio, le sigle ambientaliste attive in queste settimane sulla questione annunciano un presidio fuori dal Comune del paese. Ecco quanto fanno sapere:

In sostegno alla mozione che verrà presentata giovedì 27 gennaio durante la seduta del consiglio comunale di Grandate dal consigliere Lucca Dario di “Uniamo Grandate” abbiamo organizzato un presidio fuori dal municipio. Sarà anche un momento di sensibilizzazione rispetto al tema della nuova terza linea del termovalorizzatore destinata al trattamento dei fanghi attraverso la combustione e di aggregazione partecipativa al coordinamento.

Invitiamo tutti e tutte ad unirsi al presidio per conoscerci, per confrontarci, per discutere, per sostenerci.

Cogliamo l’occasione per includere in questo ampio dibattito anche l’amministrazione di Casnate con Bernate e invitiamo giovedì 27 la sindaca Seregni Anna Celestina e l’assessora all’ambiente ed ecologia Imperiali Alessia (o loro delegati o delegate) a passare al presidio per un primo confronto.

Fridays For Future – Como Collettivo 84

Comitato Assemblee Popolari

Legambiente Circolo “Angelo Vassallo” Como Studenti Uniti

Torresani Pierangela – Gruppo misto Uniamo Grandate

We For The Planet – Studenti uniti per il clima

TERZA LINEA FORNO ACSM, TUTTE LE CRONACHE

Un commento

  1. Tutte belle cose ma appena l’ attenzione cala, come di consueto le cose avvengono, spero che il prossimo appuntamento elettorale sia illuminante per tutti, altrimenti significa che ci meritiamo tutto questo, sappiamo bene cosa avviene con i fanghi, un recente servizio di Report lo ha reso chiaro a chiunque, enormi interessi si muovono dietro quello che sembra essere solo business.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo