Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Terza linea del forno Acsm Agam, il no approda anche a Grandate. Mozione di Dario Lucca

Il tema della terza linea del forno di Acsm Agam approda anche in consiglio comunale a Grandate, comune al confine con l’impianto. E’ stata infatti iscritta all’ordine del giorno della seduta giovedì 27 gennaio la mozione presentata dal consigliere Dario Lucca di “Uniamo Grandate”. L’obiettivo del documento è “favorire alternative tecnologiche rispetto al progettato nuovo inceneritore per lo smaltimento dei fanghi di depurazione”.

Una iniziativa sostenuta da diverse sigle, oltre al consigliere: FridaysForFuture Como, Civitas, Comitato Assemblee Popolari, Stefano Rognoni di Como Comune, Pierangela Torresani consigliera del Gruppo Misto a Como, Lorenzo Uccello, Uniamo Grandate e We For The Planet.

Non è il primo documento di questo tipo che affiora nel dibattito, visto anche il ruolo che proprio un dirigente di Palazzo Cernezzi, Giuseppe Ruffo (Urbanistica) ha riservato al consiglio comunale del capoluogo (articolo qui sotto).

Terza linea forno Acsm Agam, sarà la politica di Como a decidere: ecco perché, l’incognita sul quando

Nei giorni scorsi, infatti, anche il consigliere Alessandro Rapinese ha presentato una mozione sull’argomento.

Nella nota congiunta delle sigle già citate, infine, si sostengono le mozioni perché si “metterebbe la parola fine ad un progetto non ambientalmente sostenibile potendo così procedere a valutare altre soluzioni che potrebbero favorire gli impianti già esistenti attraverso una loro modernizzazione in termini di efficienza migliorando le condizioni ambientali locali; secondo, nessuno potrebbe cavalcare l’argomento per la campagna elettorale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo