RADIO COMOZERO

Ascolta la radio
con un click!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Attualità

Varese caput mundi: Mattarella all’apertura dell’anno accademico dell’Insubria, poi inaugura il Palaghiaccio

Tutto pronto all’Università degli Studi dell’Insubria per la cerimonia di apertura dell’anno accademico alla presenza del Presidente della Repubblica, martedì 15 novembre a Varese. “Siamo onorati di poter dare il benvenuto al Presidente della Repubblica all’Università dell’Insubria – commenta il rettore Angelo Tagliabue –. È la prima volta che un Capo dello Stato partecipa all’inaugurazione dell’anno accademico del nostro Ateneo: è per noi motivo di orgoglio, il riconoscimento del lavoro serio e costante che ci ha portati ad essere quello che siamo. Questa visita apre nel migliore dei modi i festeggiamenti per i 25 anni di vita dell’Insubria, che ricorrono il 14 luglio 2023”.

Tra gli ospiti che hanno accettato l’invito dell’Ateneo il ministro dell’Università e della ricerca Anna Maria Bernini. Presenti le istituzioni: il governatore di Regione Lombardia Attilio Fontana, il prefetto di Varese Salvatore Rosario Pasquariello e il prefetto di Como Andrea Polichetti, il sindaco di Varese Davide Galimberti e il sindaco di Como Alessandro Rapinese, i presidenti della Provincia di Varese Emanuele Antonelli e della Provincia di Como Fiorenzo Bongiasca. Partecipano i senatori Alessandro Alfieri e Giusy Versace, i deputati Chiara Braga, Stefano Candiani, Maria Chiara Gadda e Andrea Pellicini, l’europarlamentare Isabella Tovaglieri. Invitati e presenti molti Rettori e Prorettori in rappresentanza delle università non solo lombarde.

Cerimoniere è Fabio Angeli, professore associato di Malattie dell’apparato cardiovascolare e presidente del Corso di laurea in Infermieristica, autore dello studio più recente sulle varianti Covid.

Gli interventi musicali sono a cura del Chorus Insubriae diretto dal maestro Andrea Gottardello e presieduto dalla professoressa Marina Protasoni, al pianoforte il maestro Corrado Greco – direttore artistico delle stagioni di Ateneo –, voce solista il soprano Francesca Lombardi Mazzulli. La compagine canterà l’Inno di Mameli, l’Inno alla gioia, melodia tratta dalla Nona sinfonia di Beethoven scelta come simbolo dell’Unione Europea, e a conclusione il Gaudeaumus Igitur, il testo in latino che racchiude il messaggio accademico degli studenti «Godiamo ordunque, mentre siam giovani».

Sono in programma: il discorso del rettore Angelo Tagliabue, un discorso del ministro Anna Maria Bernini, un intervento di Margherita Crespi, rappresentante degli studenti nel Senato accademico, e uno di Cecilia Pellicanò per il personale tecnico-amministrativo. La lectio magistralis è tenuta da Vincenzo Salvatore, professore ordinario di Diritto dell’Unione Europea, ed è intitolata «Dall’Europa del diritto all’Europa dei diritti».

Per ragioni di capienza, la cerimonia nell’Aula Magna è su invito: oltre agli ospiti previsti dal cerimoniale del Quirinale, saranno presenti una delegazione di professori in toga, una rappresentanza del personale tecnico-amministrativo e una rappresentanza degli studenti. Simbolo della cerimonia – sul palco ­– la tradizionale mazza rettorale, che rappresenta indipendenza dall’autorità esterna e, nello stesso tempo, forza e autorità interna.

Le celebrazioni per l’anno accademico saranno trasmesse in streaming nelle aule dell’Ateneo, a Varese, Como e Busto Arsizio; la didattica sarà sospesa dalle 10.45 alle 12.30. Qui il link per seguire www.uninsubria.it/inaugurazione.

Una diretta è prevista anche sul maxischermo del Palaghiaccio di Varese, dove poi si tiene una cerimonia presentata dall’atleta olimpica Valentina Marchei a cui partecipano il rettore Angelo Tagliabue, gli atleti del Cus Insubria e dei College sportivi e, tra il pubblico, cento studenti e studentesse dell’Ateneo.

Successivamente la visita del Capo dello Stato, invitato dal rettore Angelo Tagliabue e dal sindaco di Varese Davide Galimberti, proseguirà con l’inaugurazione del Palaghiaccio, il Palalbani di Varese, radicalmente riqualificato e riaperto dopo due anni di lavori. Un impianto olimpico, che chiaramente punta a intercettare le squadre nazionali che parteciperanno ai Giochi invernali del 2026 Milano-Cortina.

Varese esempio per Como: nuovo palaghiaccio olimpico con piscine e paddle (e Acsm Agam protagonista)

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 Commenti

  1. X l’insubria siamo sempre stati sede staccata di varese.
    Il palazzo del ghiaccio non può essere casate x le olimpiadi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo