Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità, Solidarietà e Sociale

VIDEO Beatrice e Carlotta Arizza: “La nostra Como e la nostra casa devastate dalle alluvioni. Suoniamo perché tutti sappiano”

Un cigno che cerca di farsi largo tra i tronchi e i detriti che hanno invaso in questi giorni il primo bacino e il desiderio di fare qualcosa per richiamare l’attenzione sui danni provocati dalle alluvioni che hanno colpito il lago nei giorni scorsi provocando danni ingenti a molti comuni.

Da questo è nato un video realizzato da due giovani ma già affermate musiciste comasche, Beatrice e Carlotta Arizza – violoncellista la prima e pianista la seconda – che hanno toccato in prima persona il dramma di vedere la propria abitazione invasa dall’acqua: “La casa dei nostri genitori si trova a Como, dietro Villa Olmo, una zona che, anche se in misura minore rispetto ad altri punti del lago, è stata colpita da allagamenti e smottamenti – racconta Beatrice – io purtroppo mi trovo fuori città per seguire una masterclass ma, leggendo sui social le notizie dei disastri, mi sono imbattuta nel video di un cigno in difficoltà tra i detriti che mi ha fatto venire in mente ‘Il Cigno’ del Carnevale degli Animali di Saint-Saëns”.

Da qui l’idea di realizzare un video in cui unire la bellezza della musica alle immagini del lago, ma anche a scorci più personali di quanto successo nella loro abitazione invasa dal fango.

Inizialmente avevamo deciso di mettere in vendita i cd realizzati da mia sorella Emma (violinista di fama internazionale con la quale le due sorelle formano il Trio Arizza Ndr) che sono andati subito esaurito – spiega – così ci è venuta l’idea di realizzare questo video e di promuovere una raccolta fondi sulla piattaforma GoFundme per aiutare la nostra famiglia nella ricostruzione”.

Video. I New Trolls, Amici di Como e Consorzio Como turistica per gli alluvionati: una canzone e aiuto economico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo