RADIO COMOZERO

Ascolta la radio
con un click!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Attualità

Como, blitz dei writers in stile “punk” sui bagni pubblici. Annoni: “Ma piantatela, crescete”

Imbrattamenti in stile punk, nella notte di giovedì scorso, su alcuni bagni pubblici di Como. A dare la notizia, l’assessore al Verde di Palazzo Cernezzi, Paolo Annoni, che ha già anche annunciato la pulizia dai disegni realizzati con le bombolette.

“Due maxigraffiti sui bagni pubblici di piazza Del Popolo, a 50 metri dal Comune – ha scritto Annoni – e in via Traù, a Tavernola, uno dei quartieri sui quali il Comune ha investito di più anche grazie all’attenzione di un altro Paolo, Martinelli, che nonostante sia consigliere di opposizione, come tanti altri “oppositori” di questa giunta, ma persone di grande buonsenso che amano la città (potrei fare i nomi, ma mi dimenticherei qualcuno e questo si offenderebbe), è sempre stato ascoltato per il bene di Como”.

Peraltro, l’assessore ha anche annunciato che “vogliamo fare la streetart a Como, vogliamo creare una rassegna, vi ho messo le foto di Maroggia, stiamo cercando le vernici certificate mangiasmog. Però, cari writers piantatela un po’ lì di conciare i muri di Como. Crescete anche voi, santo cielo. Ormai sono vent’anni che siete in giro. Evolvetevi. Ci state costando un sacco di soldi pubblici”.

Come di diceva, grazie anche ai volontari di Como Pulita, sono già in corso le opere di rimozione dei disegni.

“Uno dei vostri disegni di bambino che fa la pipì è già stato cancellalto (quello di piazza del Popolo) – ha confermato l’assessore – L’altro verrà cancellato in settimana. Se volevate attirare l’attenzione della città e dell’assessore ci siete riusciti. Ma non è quello il modo. La porta del mio ufficio è aperta sempre se volete parlare, proporre qualcosa di arte. Se volete distruggere avete sbagliato numero di telefono”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo