RADIO COMOZERO

Ascolta la radio
con un click!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Attualità, Cronaca

Blevio, Lariana chiusa fino a martedì. Sopralluogo oggi alle 9 e poi decisione sulla riapertura

Quattro squadre dei Vigili del fuoco del comando di Como sono impegnate a Blevio a causa di diversi smottamenti e danni, conseguenza del violento temporale in corso. La Provinciale Lariana è interrotta in paese all’altezza di via Caronti per consentire i lavori di messa in sicurezza, inevitabili e pesantissime le ripercussioni sulla viabilità. E la chiusura come spiega l’Amministrazione Provinciale, che ha agito d’intesa con il Comune di Blevio, durerà fino a martedì 29 agosto. Le operazioni di sgombero, infatti, richiedono tempo (leggi qui). Così è in programma un sopralluogo dei tecnici e del dirigente di Villa Saporiti, Sergio Galli, questa mattina, martedì 29 agosto, alle 9. Subito dopo sarà stabilito quando la strada potrà tornare percorribile.

Come mostrano i video pubblicati sotto le strade stamani erano fiumi in piena carichi di detriti e fango, le auto in transito e in sosta sono state raggiunte dalla massa d’acqua. la situazione è difficilissima e subito torna alla memoria l’estate 2021 quando sempre Blevio e numerosi altri paesi del lago furono colpiti da smottamenti identici con enormi danni alle strutture pubbliche e alle abitazioni private.

Sul fronte dell’intervento da segnalare anche il fondamentale lavoro della Protezione Civile della Provincia di Como in seguito all’esondazione del torrente Pertus sono giunti, per le operazioni di sgombero e ripulitura, 40 volontari da 11 organizzazioni diverse, il cui lavoro è stato guidato sul posto dal personale del Coordinamento del Volontariato di Protezione civile di Como e dai tecnici dell’ufficio Protezione Civile della Provincia di Como.

Qui le previsioni meteo per le prossime ore.

VIDEO Blevio, la cascata d’acqua e fango invade la strada mentre passa l’auto

© RIPRODUZIONE RISERVATA
TAG ARTICOLO:

6 Commenti

  1. Avete costruito case e condomini a fianco dei valletti, incanalandoli e restringendoli all’inverosimile, e adesso vi lamentate?

  2. Visto che i problemi capitano sempre nella stessa zona , magari si dovrebbe fare un’analisi di come si è costruito ed abbattete edifici innalzati a 20 cm o sopra il letto di una roggia.
    Bisogna agire nonostante diritti acquisiti , presunti….o condoni.

  3. Passati 2 anni e tutto questo si ripete. Ovviamente i responsabili diranno che è un evento eccezionale.
    Ma non ci crede più nessuno.
    SAREBBE un evento eccezionale pulire bene il sottobosco e i punti dove frana tutto.
    Prima o poi ci sarà il morto e anche allora i responsabili diranno che è stato un evento eccezionale.

      1. e raccogliere i mirtilli, anche…
        e chi pulisce il sottobosco, i proprietari? Li vedete all’opera a Blevio?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo