Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Politica

Como e ‘le orde di gitanti’ di Nessi. Giordano Molteni: “Non facciamo gli snob”. Controreplica: “Noi per un turismo di valore”

Dopo la grande folla di gitanti e turisti in tutto il weekend pasquale appena trascorso – tra una Como in festa ma con gli inevitabili disagi sul fronte traffico e parcheggi – è tornata alla mente a molti l’intervento che un anno fa, alle stesse condizioni, fece il consigliere comunale di Svolta Civica, Vittorio Nessi.

Furono parole nettissime, che per questo innescarono confronti accesi e anche polemiche.

Oggi, espressamente sulla base di quell’articolo (allegato qui sotto), interviene sulla questione anche il candidato sindaco del centrodestra Giordano Molteni che propone una sua visione per la gestione dei flussi turistici in futuro e non risparmia una punzecchiatura all’avversario politico.

Apocalypse Nessi: “Como cannibalizzata da orde di gitanti domenicali. Niente qualità, abitanti e luoghi snaturati”

“Il ponte pasquale che abbiamo lasciato alle spalle ci deve far guardare al futuro con ottimismo ma anche grande responsabilità – esordisce Molteni prima del riferimento “pepato” a Nessi – Senza fare gli snob, credo che la prossima Amministrazione debba puntare sull’organizzazione del turismo, implementando le potenzialità economiche e di immagine della Città e del territorio, lavorando in stretta sinergia con le categorie e la Camera di Commercio”.

“L’impegno dovrà essere rivolto al mondo ricettivo, facendo tesoro della prima area di sosta attrezzata per i bus turistici, aumentando le aree di sosta per i camper e sperimentando navette elettriche ad inquinamento zero, che tocchino i punti culturali, artistici e di attrattiva della nostra città, in particolare nei giorni festivi di maggiore afflusso – aggiunge il candidato sindaco del centrodestra – E poi innovative forme di Info-Point capillari, raccolte rifiuti efficienti, bagni pubblici e altri servizi focalizzati sull’accoglienza dei visitatori”.

Come detto le parole di Nessi risalgono a un anno fa. Dopo l’intervento di Molteni è arrivata una replica “più fresca” del consigliere e capolista di Svolta Civica: “Sono contento che il dottor Molteni, candidato sindaco di Fratelli d’Italia, abbia voluto ribadire oggi quello che io e Svolta Civica sosteniamo da tempo: Como merita un turismo di valore per quello che deve essere in grado di offrire alle famiglie, ai gitanti come ai frequentatori dei nostri 5 stelle. Così non è stato finora e così sarà con l’amministrazione Minghetti”.

4 Commenti

  1. Ovvio risultato di decenni di nulla.
    Il nulla al potere.
    Il nulla che pensa solo a lavori inutili come il sottopassaggio a Como Borghi.

  2. Belle parole, ma la sua coalizione in 5 anni non ha fatto niente di tutto ciò.

    InfoPoint ridicolosamente spostato due volte, per poi tornare nel posto originario.
    Aree camper (Tavernola e 2 posti all’Ippocastano) ereditate da quelli precedenti e mai ampliate.

    Ora senza vergogna qua a dire che basterebbe fare pochi interventi per gestire i flussi…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo