Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Politica

Como, incidenti e danni ai campi: Zoffili (Lega) chiede la riapertura della caccia ai cinghiali

Il deputato comasco della Lega, Eugenio Zoffili, assieme a un gruppo di colleghi ha presentato un’interrogazione ai Ministri Patuanelli e Cingolani sulla questione dei cinghiali a Como e provincia, con il proliferare della specie e numerosi danni alle colture. Tra le proposte, “riavviare la caccia recuperando i periodi non sfruttati per le restrizioni Covid”.

Cinghiali on the road a Garzola: i residenti chiedono aiuto. Interviene la Polizia Provinciale: “Caccia ferma, pochi agenti”

“Ogni giorno vengono segnalati avvistamenti di fauna selvatica a ridosso dei centri abitati e sono molti gli incidenti stradali provocati da invasioni delle carreggiate – sottolinea Zoffili – La sospensione dell’attività venatoria e il blocco dei prelievi dovuti alle misure anti-Covid, hanno causato un aumento esponenziale della presenza dei cinghiali, con danni ingenti e campi devastati che aggravano la situazione già critica in cui versa la nostra agricoltura”.

Video – Allarme da Garzola, il lettore: “Como, abbiamo un problema. Impossibile passeggiare, cinghiali ovunque”

“Per arginare il fenomeno sarebbe opportuno predisporre un pacchetto di misure finalizzate a rendere più incisivi gli interventi di contrasto all’incremento delle popolazioni di ungulati – aggiunge il parlamentare – istituendo la figura dell’operatore volontario che, a seguito di appositi corsi di formazione, fornisca supporto nell’effettuazione del contenimento numerico della fauna selvatica, e che sarebbe anche opportuno consentire ai cacciatori di poter effettuare l’attività di caccia collettiva, previo parere dell’Ispra, anche in altri periodi per poter recuperare i periodi non sfruttati a seguito delle chiusure e limitazioni imposte dall’emergenza sanitaria”.

Blevio, chiusi in casa e assediati dai cinghiali. “Paura e danni, aiutateci. La Regione intervenga”

Si chiede inoltre di “controllare la presenza dei cinghiali sul territorio nazionale, e si preveda un riavvio della caccia collettiva e individuale di selezione, recuperando i periodi precedenti non sfruttati, in modo tale da limitare le specie invasive quali cinghiali, ungulati e nocivi, evitando così ulteriori ingenti danni all’agricoltura, all’equilibrio ambientale e preservando l’incolumità delle persone”.

Incursioni dei cinghiali, si muove la Prefettura: “Via a catture e abbattimenti anche con volontari”

TAG ARTICOLO:

2 Commenti

  1. Un grande leghista. Parla indistintamente di “Romagna mia” patrimonio dell’umanità, della caccia al cinghiale, del carcere per i malati di mente che lanciano sassi contro le finestre, di valichi con l’ambasciatrice svizzera….. Ma parlerà finalmente degli insuccessi della sanità lombarda, di ARIA e degli infortuni del Governatore leghista di Regione Lombardia? No. Si occupa solo di quello che ritiene importante per tutti noi. I cinghiali e Romagna mia! Un grande leghista, non c’è che dire. 😊

  2. Mi aspettavo da parte di Zoffili una interrogazione a Giorgetti e una segnalazione a Salvini. A colmare la lacuna ci penserà il sottosegretario di peso Turba.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab