Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Politica

Ticosa flop, il maglio di Orsenigo (Pd): “La Regione commissari il cantiere, a Como il centrodestra non ce la fa”

Divampa la polemica per il pasticcio del Comune di Como sulla bonifica della Ticosa, la cui gara è stata annullata dalla stessa amministrazione per una serie di gravi vizi nel bando stesso.

Le opposizioni in consiglio comunale sono scatenate: qui l’annuncio della mozione di sfiducia al sindaco Mario Landriscina e all’assessore Marco Galli da parte di Alessandro Rapinese; qui la richiesta di dimissioni di Galli avanzata da Svolta Civica; qui le accuse del gruppo consiliare dem.

Oggi, in questo clima incandescente, si inserisce una proposta dirompente che arriva dal consigliere regionale del Pd, Angelo Orsenigo, che propone un commissariamento vero e proprio di Palazzo Cernezzi sulla questione bonifica.

“A Como c’è un serio problema di governance e competenza – esordisce Orsenigo Dall’abbattimento del rudere della Ticosa sono passati 14 anni e non si può più attendere oltre. L’area giace in uno stato di degrado e abbandono devastanti, con un impatto fortissimo sull’immagine di Como, ma da non trascurare è anche lo stato di pericolo sanitario”.

Dunque ecco la proposta: “Invito Regione Lombardia, che con Como ha in comune la guida a maggioranza di centro destra, a intervenire nel rispetto dei comaschi. Che si commissari la pratica dell’area ex-Ticosa per dare avvio a un veloce recupero urbano e civico degno della nostra città. E’ evidente che l’amministrazione leghista e forzista da sola non può farcela”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo