Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Punti di vista

La lettera del pendolare: “Stazione di Camerlata, manca il parcheggio ma il Comune fa cassa su di noi. Complimenti”

Torna alla ribalta, per così dire, il tema delle multe ai pendolari che usufruiscono della stazione ferroviaria di Camerlata ma che devono raggiungerla in auto e dunque sostare. Con il ritardo clamoroso del Comune di Como nella realizzazione del posteggio pubblico a supporto dello scalo unico Nord-Fs, spesso la caccia al parcheggio diventa un incubo. Che, non ridato, al disagio aggiunge la multa.

Di seguito, la lettera di Andrea Gatti (per contattarci la mail è redazionecomozero@gmail.com).

Buongiorno a tutti,
volevo ringraziare per la solerzia con cui il Comune multa le automobili a Camerlata in zona Stazione Treni. Complimenti!

Non solo il Comune non ha ancora completato il Parcheggio che doveva servire la Stazione unificata a Camerlata ma fa pure cassa sulle spalle di noi poveri pendolari costretti a cercare un posto dove parcheggiare l’auto per andare a lavorare!

Dunque fatemi capire come funziona: il Comune non crea i servizi (parcheggi) ma pretende soldi, multando i cittadini?

Evidenzio che la mia auto, e altre, multata ieri mattina alle 11.30 sostava a fianco ad un cordolo di alberi nel retro ex Provincia  e non dava fastidio a nessuno.

Assessore Negretti a un paio di mesi dalle elezioni è un’ottima pubblicità…

Grazie ancora,
Andrea Gatti
Pendolare Trenord

TAG ARTICOLO:

6 Commenti

  1. Buongiorno al sig.Armando e al sig.Lucio mi piacerebbe che voi ogni mattina faceste la vita da pendolari.
    Siamo gente onesta e che lavora, ci troviamo difronte ad una negligenza COMUNALE che sarà, casualmente, riparata durante il periodo elettorale.
    Quando hanno fatto i lavori per l’unificazioni delle due stazioni hanno pensato all’incontrario, come tante altre volte,prima si doveva fare il posteggio e poi l’unificazione hanno fatto una scarpa e una ciabatta.
    Oramai siamo rientrati tutti in presenza a livello lavorativo e con il costo della benzina molti sfrutteranno i mezzi pubblici quindi è la nostra giunta comunale che dovrebbe valutare questo disastro invece di pensare alle lezioni e mi spiace di aver votato per qualcuno che ora sta seduto sulla poltrona posteggiando in un posteggio riservato.
    Quindi sig .Luciano e Armando prima di criticare vivete cio’ che stiamo passando noi Prendo la multa la pago ma non sto zitta.Grazie Andrea per aver sollevato il problema e credo che molti altri dovrebbero farlo.
    Roberta

    1. Lo spregio delle norme civiche?!? Ma dici ci sul serio ???? Ma perché, il comune di Como sta forse affrontando con civismo i propri doveri sociali e civili verso la cittadinanza? Area ex Ticosa, barriere architettoniche, asfaltatura marciapiedi, manutenzione patrimonio edilizio, decoro urbano, nettezza urbana, senzatetto… ??????????????????????

  2. Il Comune è sempre sollecito a fare cassa, se avesse la stessa attenzione per le cose ordinarie si potrebbe anche tollerare purtroppo la realtà è ben diversa e i cittadino possono constatarlo ogni giorno. Non mi soffermo con un elenco sarebbe lungo e inutile.

  3. Ma pensano anche di essere nella tragione, questi trasgressori…? Frutti amari di questa temperie culturale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo