Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Sanità

Speranza ha firmato, la Lombardia resta Zona Rossa fino al 3 dicembre (salvo revisioni)

Come da previsioni.

La Lombardia resta Zona Rossa fino al 3 dicembre. Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha firmato l’ordinanza che rinnova le restrizioni anche per Valle D’Aosta, Piemonte, Puglia, Calabria e Sicilia. Entra nella zona critica anche l’Abruzzo.

L’indice nazionale Rt è sceso a 1.18 e quasi ogni regione registra dati in miglioramento sul fronte epidemico. Ma, come noto, sono 21 i parametri che definiscono la collocazione tra Zone Rosse, Gialle e Arancioni. Insomma non basta che i contagi scendano, bisogna considerare molti fattori fra cui la pressione sul sistema ospedaliero.

La Lombardia registra un Rt a 1.15.

E giusto ieri sia il presidente lombardo Attilio Fontana che il presidente di Anci Lombardia Mauro Guerra, pur con estrema cautela, hanno evidenziato come la situazione dal punto di vista dei ricoveri in regione stia migliorando. Sempre Fontana, il giorno prima, ha sottolineato come dai dati “saremmo già in zona arancione”.

Oggi l’ordinanza di Speranza ma resta comunque il fatto, come da Dpcm, che è possibile una nuova classificazione anche prima. Il 27 novembre ci sarà una nuova verifica dei 21 parametri.

Como e Lombardia, Fontana: “Ora inizierà la discesa. Dai dati saremmo già in zona arancione”

Come ogni giorno il report completo riguardante la Lombardia e tutte le altre Regioni è disponibile dalle ore 18 sul salute.gov.it/nuovocoronavirus.

CORONAVIRUS: TUTTI GLI AGGIORNAMENTI DA COMO, LOMBARDIA E TICINO

Un commento

  1. Eh meno male che qualcuno con un po’ di buon senso c’è ancora, di sicuro se dobbiamo sperare che Fontana e la sua giunta mettano la salute dei lombardi come priorità facciamo in tempo ad ammalarci tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti: